Quest’anno l’Istituto comprensivo di Dossobuono ha dedicato il tema annuale alla salvaguardia ambientale.

La “Settimana dell’ambiente”

Per tale motivo dal 12 al 16 marzo verrà organizzata la “Settimana dell’ambiente” che coinvolgerà sia le classi di scuola primaria che secondaria con varie tematiche e che si concretizzerà nel mese di aprile in alcune mostre aperte a
genitori e autorità dove saranno esposti i lavori frutto dell’attività degli alunni. Fra queste anche il concorso
artistico “Un mondo pulito” in cui si cimenteranno le classi quinte e le terze della Secondaria.

Educare a rispettare l’ambiente

Durante la “Settimana dell’ambiente” verrà chiesto di sensibilizzare gli alunni al rispetto dell’ambiente anche attraverso comportamenti domestici più attenti del solito come ad esempio:
– Minor uso e spreco d’acqua
– Acquisti alimentari consapevoli e che utilizzino un basso packaging
– Una maggiore attenzione alla differenziazione dei rifiuti
– Creare esempi virtuosi di riutilizzo di materiali (ad esempio utilizzare una caraffa di vetro al posto di
una bottiglia d’acqua in plastica)
– Utilizzare detersivi biodegradabili per il lavaggio delle stoviglie
– Orientare il menù della settimana ad un minor consumo di carne rispetto alle abitudini alimentari
familiari
– Nei limiti del possibile, utilizzare meno l’automobile per accompagnare a scuola i figli o comunque
spegnere l’auto nel tempo di attesa all’entrata o all’uscita.
– Utilizzare meno e meglio l’illuminazione, i computer e in genere ogni dispositivo che consuma
energia elettrica.

Leggi anche:  Antico palio dei mussi è partito il conto alla rovescia

Comportamenti sostenibili

Nella giornata di venerdì 16 marzo, ultimo giorno della settimana dell’ambiente, tutto il personale della scuola, nei limiti del possibile, utilizzerà mezzi alternativi per recarsi al lavoro. La speranza sarebbe quella di convincere chi abitualmente accompagna a scuola i figli con l’auto, in quel giorno  a raggiungere la scuola a piedi o in bicicletta. Sempre il 16 non verranno distribuiti panini e merende dai distributori automatici; pertanto ai genitori della secondaria e a quelli della primaria si raccomanda di fornire ai propri figli merende a basso impatto ambientale (ovvero non confezionate e preparate in casa). Ugualmente per gli alunni che si fermano in mensa, in tale giornata, non saranno distribuite bottiglie di plastica ma caraffe e i pasti saranno serviti in un solo piatto. Sempre nella data del 16 gli alunni delle classi quinte e delle classi terze della secondaria parteciperanno inoltre alla giornata dedicata alla pulizia degli spazi aperti della scuola.