Arrestato per aver aggredito i Carabinieri a calci e pugni: è successo a Bevilacqua.

Fermato un marocchino residente a Salizzole

Arrestato per aver aggredito i Carabinieri a calci e pugni: è successo a Bevilacqua. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Legnago sono intervenuti all’interno di un’azienda agricola a Bevilacqua, chiamati dai proprietari perchè S. J. cittadino marocchino, classe 1983, residente a Salizzole, celibe, con precedenti penali, si era introdotto abusivamente in quell’azienda poiché, a quanto si è appreso, pretendeva di poter lavorare in quell’azienda in deroga a qualsiasi norma concernente le assunzioni lavorative.

L’arrivo dei militari e l’aggressione

Una volta allontanato l’uomo è tornato nuovamente e questa volta il proprietario ha chiamato i Carabinieri i quali, una volta giunti sono stati aggrediti dal magrebino il quale ha iniziato a colpirli con calci e pugni, venendo comunque immobilizzato e tratto in arresto.

Oggi il processo per direttissima

Il marocchino dopo i previsti accertamenti svolti in caserma, è stato accompagnato su disposizione dell’AG nel proprio domicilio ed oggi, sosterrà il giudizio per direttissima.