Furto aggravato a Bovolone due arresti. Verificato l’allacciamento abusivo ad alcuni contatori di energia elettrica presenti nelle vicinanze.

Furto aggravato a Bovolone

Nel pomeriggio di lunedì 9 aprile, i Carabinieri della Compagnia di Villafranca di Verona hanno tratto in arresto due cittadini di origini marocchine(S.H., classe ’87 e M.M., classe ’97), entrambi irregolari sul territorio nazionale ma incensurati, poiché responsabili dei reati di furto aggravato, invasione di edifici e danneggiamento.

La vicenda

Durante un ordinario servizio perlustrativo, volto proprio alla prevenzione e al contrasto dei reati di tipo “predatorio”, i militari della Stazione di Bovolone sono intervenuti su richiesta della Centrale Operativa presso uno stabile disabitato situato in via Campagne a Bovolone, in quanto era stato segnalato uno strano “via vai”. La zona risulta ormai dismessa da anni, ma è comunque di proprietà di un cittadino veronese.

L’intervento sul posto

Prontamente intervenuti sul posto ed effettuati i primi accertamenti, gli operatori si sono subito allarmati e, insospettiti, hanno proseguito l’ispezione, al termine della quale hanno verificato l’effettiva effrazione della porta d’ingresso della casa e l’allacciamento abusivo ad alcuni contatori di energia elettrica presenti nelle vicinanze. Gli autori di questi reati sono stati poi facilmente individuati sul posto poiché ormai avevano stabilito lì la loro dimora. Eseguite le formalità di rito, i giovani sono stati tradotti presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Villafranca di Verona, in attesa del rito direttissimo fissato nella mattinata odierna.