Impianto carburanti abusivo confiscato a Villafranca. La ditta ha sede a Quaderni: dopo la sanzione della Guardia di Finanza ora il provvedimento del Comune.

Impianto carburanti abusivo confiscato a Villafranca

La vicenda era iniziata lo scorso 19 gennaio, quando la Guardia di Finanza – Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Verona, aveva accertato e contestato con un verbale a carico della ditta individuale S. F. (classe ’64 originario di Napoli), con sede legale a Quaderni, la violazione dell’art. 10, comma 4, della Legge Regione Veneto 23.10.2003 n. 23, per l’installazione e l’esercizio di un impianto di carburanti per l’autotrazione ad uso privato in assenza della prescritta autorizzazione.

L’impianto

La Guardia di Finanza aveva posto sotto sequestro cautelare l’impianto di distribuzione carburanti per autotrazione, costituito da un serbatoio metallico, modello diesel tank, della capacità geometrica complessiva di 7 metri cubi circa, munito di bacino di contenimento, con relativo sistema di erogazione, nonché il carburante nello stesso contenuto, quantificato in giacenza effettiva di litri 5.000 circa di gasolio per autotrazione. Il materiale era stato assicurato mediante consegna in giudiziale custodia al Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Verona.

Leggi anche:  Popolo della famiglia: "Uniti alle elezioni a Villafranca"

La confisca del Comune di Villafranca

L’uomo il 21 febbraio aveva proceduto al pagamento in misura ridotta della sanzione prevista per la violazione contestata, così, come prevede la sanzione accessoria, il Comune di Villafranca con un provvedimento firmato il 6 aprile dal comandante della Polizia Locale Angelo Competiello ha provveduto alla confisca di tutto l’impianto, e ha disposto l’assegnazione definitiva al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Verona, che ne farà uso per le finalità di pubblico interesse. L’uomo ha ora 60 giorni di tempo per presentare ricorso al Giudice di Pace: trascorso questo lasso di tempo la confisca diverrà definitiva.