E’ il giovane emiliano Giovanni Aleotti, classe 1999, ad aggiudicarsi la Vicenza-Bionde 2018: una delle più spettacolari e veloci della storia della regina delle classiche in linea giunta quest’anno alla 74^ edizione. A decidere la manifestazione allestita con la consueta passione dagli uomini dell’Us Bionde, che aveva visto ben 169 atleti prendere il via dallo stabilimento della Fendt a Breganze, è stata un’azione a 13 che ha preso il largo dopo una  trentina di chilometri.

Vicenza-Bionde 2018 decisa da una fuga

Ad andare in avanscoperta con coraggio e un pizzico di incoscienza sono stati: Ferri (Zalf), Casarotto, Zanoni, Borgo, Iversen (General Store), Colleoni (Biesse), Baldo (Iseo), Masotto e Lamon (Copack), Aleotti (Friuli), Cemazar (KK Kranj), Tasca (Work Service), Hardy (Zappi). Il loro attacco ha raggiunto un vantaggio massimo di ben 5 minuti su di un gruppo annichilito dalla splendida giornata di sole e, soprattutto, dalla forte andatura tenuta dai battistrada. Il finale di gara ha visto ancora una volta assoluto protagonista il drappello degli attaccanti di giornata: nonostante la veemente reazione del gruppo che negli ultimi dieci chilometri si è portato ad appena 20″ dai battistrada, infatti, le accelerate imposte in testa alla corsa da Rasmus Iversen e Marco Borgo (General Store bottoli) hanno mantenuto  a distanza di sicurezza gli inseguitori e hanno consentito ai nove superstiti della fuga iniziale di giocarsi il tutto per tutto in un incertissimo sprint a ranghi ristretti.

Aletto prima vittoria tra gli under23

Alle spalle di Aleotti (Cycling Team Friuli), Rasmus Iversen (General Store bottoli) e Gregorio Ferri (Zalf Euromobil Désirée Fior). Incredulo, sulla linea d’arrivo e anche sul podio, Giovanni Aleotti ha accolto con un largo sorriso la sua prima vittoria tra gli Under 23: “Oggi non pensavo proprio di vincere. Sono andato in fuga all’inizio per aiutare i miei compagni di squadra ma poi, chilometro dopo chilometro ho iniziato a crederci. Sapevo di stare bene, nelle ultime settimane avevo avuto delle ottime sensazioni in gara, ma vincere qui era semplicemente un sogno. Questa vittoria la dedico al mio team, ai miei direttori sportivi e ai miei compagni di squadra che mi sono stati vicino e che mi hanno permesso di ambientarmi gradualmente nella nuova categoria”.

Gara spettacolare

Entusiasta della piena riuscita della manifestazione il presidente dell’Us Bionde, Filippo Scipioni: “E’ stata una gara spettacolare e perfettamente riuscita grazie al lavoro di tutto il nostro entourage e all’impegno degli atleti in gara. Dal primo all’ultimo chilometro hanno regalato emozioni senza risparmiarsi. Devo dire grazie a tutti gli sponsor che ci hanno consentito di mettere in cantiere questa manifestazione:  Fendt, Vicentini Carni, Ruggeri Spumanti, Banca Veronese, Forigo, Auto Vighini, Morelato e tanti altri. Un grazie particolare anche ai nostri giovani collaboratori capitanati dall’appasionatissimo Paolo Cazzola. Con questo splendido gruppo possiamo guardare con fiducia non solo alla 75^ edizione ma anche a quelle che verranno in seguito!”