La storica maschera del Carnevale di Verona, il Papà del Gnoco, che ha sempre unito nel nome della tradizione tutta la città, questa volta è stata al centro di una polemica che non accenna a placarsi.

La polemica

Dopo gli attacchi a Sebastiano Ridolfi detto Fox, gay e attivista per i diritti Lgbt, da parte dell’associazione di estrema destra Fortezza Europa, la notizia della partecipazione del sindaco Federico Sboarina ad un convegno sul tema «Il Bacanal del Gnoco: radici, storia, tradizione» organizzato proprio da Fortezza Europa ha sollevato un nuovo polverone. Polemiche così aspre che hanno costretto il comitato del Bacan del Gnoco a prendere le distanze e a minacciare di annullare le elezioni del prossimo 10 febbraio.

LEGGI ANCHEPapà del Gnoco a Verona attacchi contro il candidato gay

“Il carnevale è della città, a prescindere dal colore politico”

In una nota si specifica che: “Le attività del comitato sono prive di ogni scopo di lucro e sono apartitiche” – sottolineando che – “il carnevale veronese e’ della città a prescindere da colorazione politica e non accetta in nessun modo che una tradizione che data 489 anni, venga strumentalizzata da alcuno, per il rispetto dovuto alle migliaia di persone che con impegno volontario ogni anno si offrono e rendono unici questi eventi legati a questa antica e festosa tradizione”.

Leggi anche:  Clandestina arrestata dalla Polizia

Convocata la seduta straordinaria

Il presidente del senato dei Papa’ del Gnoco, Arnaldo Leso, ha deciso di convocare in seduta straordinaria il senato dei Papa’ del Gnoco congiuntamente ai due candidati. Il motivo è quello di ribadire che “il carnevale di Verona non e’ un palcoscenico sul quale esporre una qualsivoglia convinzione, soprattutto di carattere politico, ma bensì ha la funzione di salvaguardare e tramandare le antiche tradizioni popolari del rione di San Zeno e dell’intera città”.

La minaccia di annullare le elezioni

“La politica non entri nel Bacanal” – conclude la nota –  “Se da parte dei candidati non ci fosse la volontà di rispettare tali premesse, peraltro finora rispettate, il senato dei Papa’ del Gnoco si riserva la facoltà di annullare le elezioni e di procedere con il conclave alla nomina del 489° Papa’ del Gnoco. Con ciò il Bacanal del Gnoco ribadisce che i valori di unione e amicizia sono sempre prioritari come da antica tradizione. Il carnevale è multicolore, ha il colore dei coriandoli e dell’allegria senza dimenticare la solidarietà”.