Passaggi a livello addio, la Regione avvia 15 progetti.

Via libera ai 15 progetti iniziali

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle infrastrutture e trasporti, Elisa De Berti, ha disposto l’avvio della redazione dei progetti di fattibilità tecnica ed economica di 15 dei 50 interventi di soppressione dei passaggi a livello inseriti nel Protocollo d’Intesa sottoscritto nel novembre del 2018 fra la Regione del Veneto e Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. “Il suddetto accordo – spiega l’assessore De Berti – impegna la Regione a sviluppare la progettazione e la successiva realizzazione delle opere di soppressione dei passaggi a livello in un arco temporale di 4 anni, mentre spetta a RFI finanziare integralmente i costi necessari alla progettazione e attuazione dei lavori, per un importo di 30 milioni di euro necessari per tutti i 50 interventi previsti”.

Le linee ferroviarie coinvolte e l’elenco degli interventi

I passaggi a livello da eliminare sono stati individuati sulla tratta Verona-Rovigo (18), sulla Rovigo-Chioggia (5), sulla Mantova-Monselice (11), sulla Verona-Modena (4), sulla Vicenza- Schio (3), sulla Vicenza-Treviso (1), sulla Treviso-Calalzo (2), sulla Treviso-Portogruaro (1) e sulla Bassano-Padova (5).

“In questi mesi – prosegue l’assessore – i nostri uffici, d’intesa con RFI, hanno incontrato le Amministrazioni comunali interessate per condividere possibili soluzioni di collegamento viabile conseguenti alla chiusura dei passaggi a livello nel territorio di loro competenza. Si procederà, come previsto nel Protocollo d’Intesa, con la sola realizzazione di viabilità di collegamento o di ‘ricucitura’ di assi stradali esistenti, evitando di realizzare più costose opere di attraversamento delle linee ferroviarie come sottopassi o sovrappassi”.

Leggi anche:  Cimice asiatica: La Regione definisce i criteri per i danni ai frutticoltori

Questa prima fase di confronto con le Amministrazioni ha portato all’individuazione delle soluzioni tecniche per l’effettiva soppressione dei seguenti 15 passaggi a livello:

Linea ferroviaria Verona-Rovigo:
– Comune di Isola della Scala (Vr): ai km 28+213, via Toccolo e km 29+364, via Rosario;
– Comune di Villa Bartolomea (Vr): ai km 60+974, via Ferranti, e km 63+170, via Gagliarda;
– Comune di Castagnaro (Vr): al km 65+982, via Bongenti;
– Comune di Badia Polesine (Ro): ai km 74+792, via Masetti Bassi, e km 76+090, via Cavallo;

Linea ferroviaria Mantova-Monselice:
– Comune di Montagnana: ai km 144+595, via Molinello, e km 145+280, laterale di via Monastero;

Linea ferroviaria Vicenza-Schio:
– Comune di Thiene: al km 23+215, via Vianelle di Sotto;
– Comune di Borgo Veneto (Pd): ai km 153+638, via Fontana II Tronco, km 155+473, via Alessandro Volta e km 156+112, via Luppia;

Linea ferroviaria Verona-Modena:
– Comune di Villafranca di Verona: ai km 80+572, via Duca degli Abruzzi e km 86+294, via Fornaci.

“Dopo aver raggiunto le intese con questi otto Comuni – conclude De Berti – stiamo approfondendo le migliori soluzioni per l’eliminazione dei passaggi a livello insieme alle rimanenti 17 amministrazioni comunali interessate”.