Una forte scossa di terremoto è stata registrata in Romagna questa notte tre minuti dopo la mezzanotte. Il sisma, di magnitudo 4.6 con epicentro 11 chilometri a est di Ravenna e a 25 chilometri di profondità, è stato avvertito distintamente in molte zone del Centro Nord compreso il Veneto.

Scossa avvertita in tutto il Veneto

La terra ha tremato anche a Padova e a Venezia. Molte persone, impaurite, hanno abbandonato le case e sono scese in strada. Tante le chiamate ai vigili del fuoco. Anche a Verona diverse persone hanno avvertito distintamente la scossa. Intorno alle 00.10, infatti, al Suem 118 è arrivata una chiamata da Verona da parte di una persona che ha sentito il terremoto e per lo spavento ha immediatamente chiamato i soccorsi. I sanitari del 118 sono giunti sul posto con un’ambulanza infermierizzata, ma la donna ha rifiutato il ricovero in ospedale per accertamenti. Anche sui social diversi veronesi hanno pubblicato post chiedendo se anche qualcun altro avesse sentito il sisma. In particolare l’area in cui è stata avvertita maggiormente è la Bassa Veronese, ma anche nella zona di San Bonifacio non sono mancati cittadini che si sono sveglaiti per la paura.

Scuole e università chiuse a Ravenna

A Ravenna, intanto, il primo cittadino, Michele de Pascale ha fatto sapere che sono stati segnalati danni di lieve entità, e che le scuole resteranno chiuse oggi in via precauzionale. Dalle scuole materne alle università, dunque, edifici chiusi a Ravenna per permettere ai tecnici di effettuare i sopralluoghi e verificare lo stato degli edifici pubblici.

Leggi anche:  Si scontra con un'auto e vola sul tetto, i soccorritori si improvvisano acrobati