4 novembre le commemorazioni a Sommacampagna, Caselle Custoza.

Le celebrazioni per il 4 novembre a Sommacampagna

Domenica 3 novembre si terranno nel Comune di Sommacampagna diversi momenti per celebrare la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. La tradizione commemorativa custodita dalle associazioni combattentistiche, verrà arricchita da una cerimonia dedicata ai sommacampagnesi che quest’anno raggiungono la maggiore età.

Il ritrovo è per le 9 in piazza Carlo Alberto, presso il Municipio, da dove partirà un corteo, guidato dal Corpo Bandistico di Sommacampagna, con la presenza di Autorità civili, religiose e militari, associazioni d’arma, alunni della scuola primaria, i neo diciottenni e i cittadini, che percorrerà via Ospedaletto, via Cantarane, via Don Tramonte, per raggiungere il monumento dedicato ai fanti. Da qui si tornerà in piazza Carlo Alberto, dove avverrà la cerimonia civile.

Dopo il saluto delle Autorità, si procederà con la cerimonia di consegna della Costituzione e del tricolore ai neo diciottenni, insieme ad un attestato. L’iniziativa è stata istituita nel 2017, ottenendo un riscontro molto positivo.

Il Sindaco, Fabrizio Bertolaso: “Il passaggio alla maggiore età è una tappa importante della vita di un cittadino. Come Amministrazione Comunale vogliamo prendere per mano i giovani in questa fase, spronandoli ad essere cittadini attivi e responsabili”, che continua “Unire la cerimonia per i neo diciottenni ad una festa di carattere nazionale, è occasione di educazione civica e promozione culturale. Troppo spesso ci troviamo a percorrere le nostre strade, a passare a fianco dei monumenti ignorandone la storia e il significato. Con questa iniziativa, l’amministrazione vuole ribadire la responsabilità delle istituzioni nel fornire occasioni e strumenti di crescita civica dei propri cittadini”.

Terminata la cerimonia, si proseguirà con il corteo, sfilando in via Parco della Rimembranza, piazza Marconi, via Pontiroli, piazza Roma, fino a raggiungere la Cappella ai Caduti, nella chiesa Parrocchiale. La cappella, splendido esempio di architettura celebrativa, venne realizzata nel 1921 dall’architetto Ferdinando Forlati e dai pittori Zamboni e Pigato. Dopo aver reso omaggio ai caduti qui ricordati, si terrà la Santa Messa. La commemorazione si concluderà infine in via Sabaina, al Monumento degli Alpini, che proprio in queste settimane è oggetto di manutenzione e valorizzazione da parte della seziona locale degli Alpini.

Leggi anche:  4 novembre, il 3° Stormo in Piazza Giovanni XXIII a Villafranca

Le celebrazioni a Custoza

A Custoza, alla Santa Messa delle 10.30, seguirà una cerimonia presso il Monumento ai Caduti. Monumento realizzato sempre dal Forlati nel 1921, che si trova in piazza XXIV Maggio, proprio di fronte alla Chiesa Parrocchiale. I cittadini presenti leggeranno i nomi dei caduti di Custoza nella prima e nella seconda guerra mondiale, in una cerimonia promossa dall’associazione Crea, con il nome “Dire i nomi”.

Il programma a Caselle

La celebrazione a Caselle avverrà nel pomeriggio, alle 14.30, presso il viale del Cimitero, locale viale della Rimembranza. Con l’occasione, l’amministrazione comunale e le associazioni d’armaricorderanno l’importanza della Memoria, con una cerimonia dal nome “I luoghi del ricordo”.

Si ripercorrerà la storia dei monumenti, dei parchi e viali della Rimembranza, raccontando il singolare esempio della comunità di Caselle che, all’indomani della fine della Grande Guerra, raccolse i soldi per realizzare un monumento dedicato ai caduti, ma decise infine di impegnare l’ingente cifra per realizzare un asilo infantile: l’attuale scuola dell’infanzia “Ad onore degli eroi”. Seguirà una preghiera per la Pace, per poi spostarsi al cimitero con la Santa Messa in suffragio di tutti i defunti.

 

Altri appuntamenti avranno luogo lunedì 4 novembre, nella data anniversaria dell’armistizio, con il tradizionale Suono della Campana, alle 10, presso la chiesa di San Rocco, a Sommacampagna, e con la Santa Messa presso l’Ossario, alle 11, a Custoza.

Con l’occasione si ricorda che già lo scorso anno, l’Associazione Combattenti e Reduci di Sommacampagna ha reperito gli attestati di riconoscimento per i caduti nella prima guerra mondiale. Le famiglie discendenti che non lo avessero ancora fatto, possono mettersi in contatto con il presidente, Giovanni Brentegani, per ritirare l’attestato. Tel. 045 510262