Questo è già il secondo giorno che l’acqua nel Comune di Soave è dichiarata non potabile.

Anche oggi acqua non potabile a Soave

Con un’ordinanza datata 2 dicembre, infatti, il sindaco gaetano Tebaldi aveva vietato l’uso dell’acqua, per scopi potabili, proveniente dal serbatoio di Soave e distribuita alle zone del capoluogo, della zona industriale e della frazione di Castelletto. Necessario, infatti, prima farla bollire per poterla utilizzare per l’alimentazione.

Analisi in corso

Il divieto è rimasto in vigore anche oggi, in attesa che le analisi da parte dell’Ulss 9 Scaligera e di Acque Veronesi confermino il ritorno dei parametri alla normalità. La presenza di sostanze che hanno contaminato la rete idrica potrebbe essersi verificata per l’escavazione di un nuovo pozzo in località Carcera. Per lo stesso motivo si è verificata anche una diminuzione della pressione nelle tubazioni.