Uno scambio di esperienza sulle tecniche di guida sicura e uso di defibrillatori.

Addestramento congiunto per il 3° Stormo e la Croce Rossa di Verona

Con la consegna degli attestati da parte del Comandante del 3° Stormo, Colonnello Francesco De Simone, lo scorso 3 settembre si è ufficialmente concluso il corso di guida sicura organizzato sulla base di Caluri a favore di un gruppo di volontari del Corpo Militare della Croce Rossa di Verona. Tra i frequentatori del corso anche il presidente del Comitato Locale scaligero, Alessandro Ortombina, che ha ringraziato il personale istruttore per la grande competenza e professionalità dimostrata nella conduzione del peculiare tipo di addestramento. Il corso, infatti, risponde all’esigenza di consentire al personale volontario, che svolge l’attività di conducente di autoambulanza e di automedica, di verificare personalmente le tecniche di guida sicura necessarie in caso di interventi di soccorso in condizioni difficili, quali ad esempio strade bagnate, innevate, ghiacciate e con scarsa visibilità.

“Siamo grati all’Aeronautica Militare – ha commentato il presidente Ortombina al termine della cerimonia – che grazie al personale istruttore del 3° Stormo ha consentito ad alcuni nostri volontari di elevare il livello di preparazione e di capacità di intervento, raggiungendo il massimo livello di sicurezza, in considerazione delle difficoltà, anche di traffico, in cui il nostro personale deve condurre mezzi di soccorso sentendo la forte responsabilità nei confronti dei pazienti a bordo”.

Il corso di guida ha avuto la durata di due giorni e si è svolto presso la training area della zona operativa del 3° Stormo. Il primo giorno i frequentatori hanno seguito la fase teorica per poi sviluppare, il giorno successivo, un approccio pratico alle tecniche di guida. Affidati agli istruttori esperti del Gruppo Autotrasporti dello Stormo, i partecipanti hanno effettuato a rotazione una serie di esercizi specifici, come la frenata in situazione di scarsa aderenza con veicoli dotati e non di dispositivi antibloccaggio ruote. Successivamente si sono addestrati ad affrontare le traiettorie con veicoli sottosterzanti/sovrasterzanti, ad effettuare una curva con autoambulanza in sicurezza, senza ribaltarsi, imparando a scegliere la traiettoria più idonea; infine si sono esercitati a sterzare e controsterzare in caso di perdita di aderenza del retrotreno del veicolo, mediante l’utilizzo della cosiddetta “skid car”. La breve e sobria cerimonia ha avuto luogo al termine del corso “Basic Life Support and Defibrillation” (BLSD) svolto dal personale della CRI a favore di alcuni militari del 3° Stormo, confermando l’importante e consolidata collaborazione in essere tra lo Stormo e la CRI di Verona, che da anni ormai consente la condivisione di esperienze da parte delle due realtà, ciascuna per il proprio settore di competenza.

“L’organizzazione dei corsi di guida sicura e BLSD – ha aggiunto il Colonnello De Simone – testimonia la sinergia tra due importanti realtà istituzionali della provincia di Verona e rappresenta solamente un esempio delle possibili condivisioni esperienziali e professionali; stiamo, infatti, già lavorando ad altre forme di collaborazione, come l’organizzazione di corsi di Diritto Internazionale Umanitario e l’addestramento su percorsi off-road”.

Sebbene il core del 3° Stormo, Reparto dipendente dal Servizio dei Supporti del Comando Logistico AM, sia rappresentato dalla logistica di proiezione, particolare attenzione è rivolta anche al settore dell’addestramento. Tra le attività organizzate dal Reparto rientra quella destinata al personale conducente, sia delle Forze Armate e di altre Agenzie dello Stato, svolta dagli istruttori di Guida Sicura del Nucleo Guida Dinamica del Gruppo Autotrasporti, che ha lo scopo di mantenere aggiornato e addestrato il personale, fornendo le conoscenze utili ad affrontare nella massima sicurezza gli spostamenti su strada, con tutte le tipologie di veicoli in dotazione e in tutte le condizioni meteorologiche e di traffico.