Adunata nazionale penne nere. Il gruppo di Verona sfila con orgoglio a Trento con quelli della provincia.

Un fiume di entusiasmo e di energia

A Trento, di fronte al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, con la mente proiettata al 2020. Erano in diecimila, oggi, le Penne Nere arrivate da Verona per partecipare alla sfilata della 91esima Adunata Nazionale. Tutti e duecento i gagliardetti dei gruppi della sezione scaligera, come richiesto dal presidente sezionale Luciano Bertagnoli alla vigilia.

Decine di sindaci, assessori, parlamentari

Un appello raccolto anche dal mondo politico: oltre al sindaco del capoluogo Federico Sboarina, erano presenti decine e decine di primi cittadini e assessori con la fascia tricolore. E anche i parlamentari veronesi non hanno voluto mancare all’appuntamento. Una presenza «in massa» per dimostrare una volta per tutte che Verona c’è e ha tutte le carte in regola per ospitare in città il grande appuntamento del 2020. Riportare in città l’Adunata Nazionale a distanza di trent’anni esatti dall’ultima volta, in occasione del centenario della sezione veronese.

Il cuore di Verona a Trento

«Non ci sono parole per descrivere le emozioni. I “miei” alpini sono stati fantastici – ha commentato a caldo il presidente Luciano Bertagnoli -. In questi giorni il cuore di Verona era qui, insieme a noi. Per portare avanti i valori dei nostri Padri: un impegno costante al fianco della gente, senza mai risparmiarsi».

Leggi anche:  Leva obbligatoria, Veneto capofila

Quei messaggi di odio non li fermano

Un messaggio di pace, nell’anniversario del centenario della fine della Grande Guerra. Nemmeno i recentissimi fatti di cronaca con le proteste degli ultimi giorni e i sabotaggi, hanno potuto scalfire l’entusiasmo delle Penne Nere. «L’accoglienza calorosa che ci è stata riservata a Trento, gli applausi fragorosi per il Presidente Mattarella, le bandiere tricolore che sventolavano al nostro passaggio – ha detto Bertagnoli -: questa è l’Italia più bella. Questa è l’Italia per la quale noi alpini ci saremo sempre».

Casa Verona

Positiva l’esperienza di «Casa Verona» l’avamposto allestito nel Collegio Arcivescovile che in questi tre giorni ha ospitato oltre 2mila alpini arrivati da Verona per vivere al meglio la tre giorni di Adunata. Ora non resta che attendere la decisione di ottobre dell’Assemblea Nazionale: per il 2020 Verona c’è.

Alcune foto della giornata