La proposta di quest’anno, ospite la Bretagna, ripercorre i temi di “Re Artù e dei Cavalieri della Tavola Rotonda”, in un percorso narrativo/ludico/creativo per bambini e ragazzi.

Al Tocatì si promuove la cultura dell’inclusione

Nell’ambito della diciassettesima edizione del Tocatì – Festival Internazionale dei Giochi in strada, anche quest’anno l’Azienda ULSS 9 Scaligera è presente con il contributo del personale di assistenza dell’Area Disabilità, Servizio Integrazione Scolastica, per rinnovare l’impegno nel promuovere la cultura dell’inclusione in questo evento di grande interesse nazionale e internazionale per la città di Verona e dall’alto significato umano e sociale. La collaborazione tra il Servizio Integrazione Scolastica e gli organizzatori di AGA – Associazione Giochi Antichi è iniziata dodici anni fa, con l’intento di favorire la partecipazione delle persone adulte e dei bambini con disabilità alla manifestazione e facilitare il loro accesso ai giochi. Un connubio proseguito negli anni con l’adesione, nel 2015, al progetto Kidsuniversity insieme all’Università di Verona, e all’interno del Banco Popolare BPM di Piazza Nogara attraverso letture animate per bambini con narrazioni della tradizione del Paese ospite, giochi e laboratori creativi. La proposta di quest’anno, ospite la Bretagna, ripercorre i temi di “Re Artù e dei Cavalieri della Tavola Rotonda”, in un percorso narrativo/ludico/creativo per bambini e ragazzi in programma sabato 14 e domenica 15 settembre, dalle ore 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00, nella sede del Banco BPM di Piazza Nogara 2 – Palazzo Scarpa. Re Artù, Mago Merlino, Ginevra, Lancillotto, fata Morgana ed Excalibur, la spada nella roccia, saranno protagonisti di una lettura animata che vedrà coinvolti bambini in età scolare e adulti in un mondo ricco di magia, duelli, amori e grandi ideali. Con la finalità inclusiva verso la disabilità che caratterizza il Servizio Integrazione Scolastica, verranno allestiti dagli operatori spazi di gioco e laboratori creativi, con la possibilità di realizzare manufatti legati al racconto e alla fantasia. Inoltre, sempre presso la sede di Palazzo Scarpa, viene confermata anche quest’anno l’attenzione rivolta ai piccolissimi, grazie al “baby pit stop”, lo spazio nursery dedicato all’allattamento e alle necessità delle mamme messo a disposizione come di consueto da Banco BPM, che si avvarrà della presenza di personale altamente qualificato.