Allerta vento e pericolo incendi in Veneto. Il primo non dovrebbe essere prorogato dopo le 14 di oggi, martedì 26 marzo.

Allerta vento e pericolo incendi in Veneto

In riferimento alla situazione meteorologica attesa sul territorio regionale, come da avviso emesso ieri alle 13, il Centro Funzionale Decentrato, al fine di garantire un monitoraggio costante della situazione e la massima prontezza operativa del Sistema Regionale di Protezione Civile, dichiara per forte vento, su tutta la regione, la fase operativa di attenzione (da riconfigurare, a livello locale, in fase di preallarme o allarme a seconda dell’intensità del vento), fino alle 14 di oggi, martedì 26 marzo. Queste le previsioni meteo: “tra lunedì pomeriggio 25 marzo e martedì mattina 26 marzo, venti a tratti forti in montagna, con raffiche di Foehn nelle valli e su zone pedemontane, e sul resto della regione per rinforzi di Bora sulla costa e pianura limitrofa e raffiche in occasione di eventuali temporali”.

Pericolo incendi nelle altre province

Viste le contingenti condizioni meteo-climatiche e vegetazionali – spiega Gianpaolo Bottacin, assessore regionale all’ambiente e alla Protezione Civile – è stato dichiarato lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi per i territori comunali a rischio delle province di Padova, Rovigo e Venezia. Questo ad integrazione di quanto già dichiarato in data 1 marzo 2019”. “Fino alla comunicazione di revoca dello stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi – sottolinea l’assessore regionale – sono pertanto vietate tutte le operazioni che possono creare pericolo o possibilità di incendio in aree boscate, cespugliate o arborate e, comunque, entro la distanza di cento metri dai medesimi terreni”. Va sottolineato che per le trasgressioni a tali divieti si applicano le sanzioni previste dalla Legge 21 novembre 2000 n. 353 e dalle Prescrizioni di massima e di Polizia Forestale vigenti.