A Verona è stato inaugurato il nuovo centro di smistamento. Il magazzino porterà nei prossimi anni 30 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato.

Amazon: inaugurato il nuovo centro di smistamento di Verona

Il centro di smistamento Amazon di Verona è entrato ufficialmente in funzione. Lo ha annunciato questa mattina l’azienda nel corso di una visita del sito, a cui ha partecipato il Sindaco di Verona Federico Sboarina, accompagnato da Fabrizio Sarti, responsabile del deposito di smistamento e Eric Véron di Vailog, l’azienda che ha realizzato l’edificio.

Nuovi posti di lavoro

La nuova struttura consentirà ad Amazon di incrementare la capacità e la flessibilità della sua logistica, soprattutto nell’area nel Nord-Est del Paese, garantendo consegne più veloci ai clienti e un servizio migliore per le aziende che vendono tramite Amazon e che beneficiano della sua rete di distribuzione. Il nuovo deposito di smistamento, che ha una superficie di oltre 8.500 metri quadrati, creerà nei prossimi anni circa 30 posti di lavoro a tempo indeterminato per operatori di magazzino. I fornitori di servizi di consegna assumeranno più di 150 autisti a tempo indeterminato, che ritireranno i pacchi dal deposito di smistamento e li consegneranno ai clienti di Amazon nel Nord-Est.

I primi prodotti consegnati dal deposito sono stati un soffiatore di foglie e il libro “Verde brillante. Sensibilità e intelligenza del mondo vegetale” di Stefano Mancuso.

“Il nuovo deposito di Verona rafforzerà la nostra rete logistica, permettendoci di rispettare le promesse di consegna ai clienti e supportare tutte le aziende che vendono i loro prodotti su Amazon”, ha dichiarato Sarti. “La sua entrata in funzione ci consentirà di gestire al meglio le consegne nel veronese e nelle aree limitrofe già a partire dal prossimo Prime Day, che cade il prossimo 15 e 16 luglio”.

Il sindaco di Verona, Federico Sboarina, ha dato il suo benvenuto ad Amazon sottolineando che “per il nostro territorio, l’insediamento di uno dei colossi mondiali dell’e-commerce è strategico. Non solo perché va ad inserirsi nel programma di rigenerazione complessiva di Verona Sud, un’area della città a forte vocazione logistica, ma anche perché porterà nuovi posti di lavoro e opportunità per le imprese locali. Tutto questo conferma la centralità e l’attrattiva di Verona per le multinazionali”. “Il deposito è un esempio di rigenerazione urbana e riqualificazione di immobile industriale a lungo dismesso”.

Eric Véron, Amministratore Delegato di Vailog, ha dichiarato “Ci siamo assunti l’impegno di rivitalizzare una struttura dismessa permettendo l’insediamento di una nuova attività, nel segno di una rigenerazione ecosostenibile e valorizzando al tempo stesso un’area strategica di Verona”.

A Verona è stato inaugurato il nuovo centro di smistamento.

Investimenti in Italia

Amazon ha investito 1 miliardo e 600 milioni di euro e creato, dal 2010, anno del suo arrivo in Italia, più di 5.500 nuovi posti di lavoro, che diventeranno 6.500 entro la fine del 2019. Il centro di distribuzione Castel San Giovanni, primo sito logistico di Amazon in Italia, è stato inaugurato nel 2011. Nel novembre 2015 Amazon ha aperto il suo centro di distribuzione urbano a Milano per servire i clienti Amazon Prime Now. Nel 2017 i centri di distribuzione di Passo Corese (RI) e Vercelli sono entrati in attività: l’azienda ha investito per i due stabilimenti rispettivamente €150 milioni e €65 milioni, con la creazione di 1.200 posti di lavoro a Passo Corese e 600 a Vercelli entro tre anni dal lancio per supportare ulteriormente il costante incremento della domanda dei clienti e gestire la rapida crescita dei prodotti disponibili sul catalogo Amazon. Nel 2019 è stato aperto il quarto centro di distribuzione italiano a Torrazza Piemonte (TO) che creerà circa 1.200 posti di lavoro entro i primi 3 anni. Nel corso degli ultimi due anni, Amazon ha inoltre aperto i centri di smistamento a Castel San Giovanni e Casirate d’Adda (BG), i depositi di smistamento situati a Brandizzo (TO), Origgio (VA), Rogoredo e Buccinasco (MI), Burago di Molgora (MB) Crespellano (BO), Calenzano (FI), Vigonza (PD), Verona, Arzano (NP), Pomezia (RM), Roma Settecamini e Roma Magliana (RM). Oltre a questi investimenti nello sviluppo della propria rete logistica in Italia, nel 2013 Amazon ha aperto il proprio centro di assistenza clienti a Cagliari e gli uffici corporate a Milano. Nel novembre del 2017 l’azienda ha spostato i propri uffici corporate in un edificio di 17.500 metri quadri nel quartiere emergente di Porta Nuova. La nuova sede corporate ospita gli attuali 400 dipendenti e fornirà all’azienda spazio sufficiente per accogliere oltre 1.100 persone.

Leggi anche:  Folla, lacrime e applausi ai funerali di Nadia Toffa

Le innovazioni di Amazon

Amazon ha inoltre aperto a Torino un centro di sviluppo per la ricerca sul riconoscimento vocale e la comprensione del linguaggio naturale che supporterà la tecnologia già utilizzata per l’assistente vocale Alexa. Amazon è guidata da quattro principi: ossessione per il cliente piuttosto che attenzione alla concorrenza, passione per l’innovazione, impegno per un’eccellenza operativa e visione a lungo termine. Le recensioni dei clienti, lo shopping 1-Click, le raccomandazioni personalizzate, Prime, Logistica di Amazon, AWS, Kindle Direct Publishing, Kindle, i tablet Fire, Fire TV, Amazon Echo e Alexa sono alcuni dei prodotti e dei servizi introdotti da Amazon.

A Verona è stato inaugurato il nuovo centro di smistamento.