Approvata ad unanimità la mozione Zandomeneghi sulla riqualificazione della Ceolara. “Intervento atteso da anni, al via anche un tavolo di coordinamento per valorizzare l’intera area”.

La mozione

È stata approvata all’unanimità nel corso della seduta del Consiglio Comunale del 29 novembre la mozione presentata dal consigliere comunale Marco Zandomeneghi che impegna il Sindaco e la Giunta Comunale a sviluppare uno studio di fattibilità ed un progetto per la definitiva riqualificazione dell’edificio denominato “Ceolara” a Borgo Santa Croce. Il capogruppo di Verona Domani ha illustrato in conferenza stampa i punti salienti della mozione, spiegandone motivazioni e obiettivi, insieme ai rappresentanti delle associazioni ed alle persone che da anni chiedono la riqualifica di questo edificio.

La Ceolara

“Da molti anni si parla della riqualificazione della “Ceolara”, edificio di proprietà comunale sito in via Verdi. La struttura, ubicata proprio a fianco di un’area molto frequentata dai cittadini e bambini del quartiere per via della presenza di un parco giochi, si trova oggi in uno stato di totale abbandono, in quanto non accessibile. Inoltre si è resa più volte necessaria la pulizia completa del lotto con conseguenti costi per la pubblica amministrazione. La struttura era stata oggetto nelle passate amministrazioni  di più progetti di riqualificazione che prevedevano diverse tipologie di ristrutturazione, già finanziate in parte. Purtroppo per diversi motivi, quel finanziamento era stato trasferito per l’ampliamento della Biblioteca Mondadori ed il progetto Ceolara era stato accantonato – ha commentato Zandomeneghi – Grazie al costante dialogo con numerose associazioni di cittadini che hanno manifestato in questi mesi la loro ferma volontà di affiancare l’amministrazione nell’opera di rivalorizzazione dell’intera area e grazie alla Soprintendenza che si è resa disponibile nel valutare tutte le soluzioni ottimali per riqualificare l’edificio, abbiamo ritenuto doveroso intervenire affinchè tali istanze non cadessero nel vuoto. Daremo il via nelle prossime settimane ad un tavolo di coordinamento cittadino permanente, che avrà l’obiettivo di monitorare costantemente ed in maniera costruttiva l’iter amministrativo e l’evoluzione delle fasi progettuali. Ne faranno parte rappresentanti di associazioni di volontari, consiglieri comunali e di circoscrizione, professionisti quali ingegneri ed architetti e comuni cittadini che come noi hanno a cuore la vivibilità ed il decoro di Borgo Santa Croce”.