I consiglieri di minoranza di Villafranca hanno inviato due mozioni all’Amministrazione. I consiglieri chiedono particolare attenzione alle aree verdi, alle strutture sportive e ai rifiuti di plastica

Aree verdi, strutture sportive e materiale compostabile a Villafranca: ecco le richieste della minoranza

I consiglieri comunali di minoranza Matteo Melotti, Isabella Roveroni, Paolo Martari e Daniele Pianegonda, hanno inviato all’Amministrazione comunale due mozioni.

Cosa chiedono i consiglieri al sindaco e alla giunta

I consiglieri di minoranza chiedono l’allestimento nell’area pubblica di via Milazzo(ex PIRUEA Volturno 90 sas) un piccolo campo da calcio e/o per altro sport e relative reti perimetriche, di dotare l’area in questione di piante ad alto fusto in misura congrua e di coinvolgere gli abitanti del quartiere nella predisposizione di un progetto per la gestione e la manutenzione di tale area. Inoltre i consiglieri chiedono anche l’utilizzo di materiale compostabile durante le manifestazioni pubbliche e che l’amministrazione promuova e sostenga le manifestazioni che intendono utilizzare stoviglie compostabili o in ceramica con un adeguato servizio di raccolta e smaltimento di tali rifiuti insieme all’umido.

Le motivazioni di tale richiesta:

– Aree verdi e strutture sportive

“Le aree verdi sono utili per molteplici motivi al miglioramento della qualità della vita dei cittadini e i parchi giochi sono un importante luogo di divertimento e di socializzazione per le giovani generazioni del nostro comune, la qualità del divertirsi dei bambini dipende sia dagli educatori che li seguono anche in questi momenti ma soprattutto dalle tipologie di strutture che sono messe a loro disposizione considerato inoltre che tra via Volturno e via Milazzo è situata un’area verde di proprietà del comune, in virtù del PIRUEA denominato “Volturno 90 sas” non esiste alcuna struttura atta a favorire le attività ludiche dei bambini e dei ragazzi. Negli anni scorsi è stato richiesto all’amministrazione comunale di provvedere a riqualificare l’area in questione rendendola idonea all’utilizzo del gioco del calcio e/o di altri sport. E’ importante che vengano realizzate aree ad uso sportivo fruibili da parte di giovani ed adolescenti in modo informale, cioè senza necessariamente per qualche associazione sportiva. Il costo per tale risistemazione sarebbe tale da poter essere pacificamente sopportato dal bilancio comunale”.

– Materiale compostabile

“L’utilizzo della plastica in ogni ambito della nostra vita ha provocato una presenza di materie plastiche in ogni ecosistema del nostro pianeta. Le materie plastiche rimangono nell’ambiente per molti anni e quando si degradano formano micro e nano plastiche che entrano nella catena alimentare e quindi anche in quella umana. Il nostro territorio è ricco di manifestazioni e sagre dove i pasti vengono prevalentemente serviti utilizzando stoviglie di plastica. L’evoluzione tecnologica ha permesso di produrre oggetti con polimeri di origine naturale che sono non solo biodegradabili in poco tempo ma anche compostabili. Il mercato mette a disposizione di tutti, ad esempio, piatti, bicchieri e posate che sono compostabili ovvero si degradano attraverso un processo di compostaggio come la frazione umida che raccogliamo nella nostra raccolta differenziata. Inoltre vi sono anche società e cooperative che forniscono un servizio di posate in ceramica a domicilio con un importante vantaggio per l’ambiente“.