Sul palco dello spettacolo “Palla lunga e raccontare”, in una serata dedicata al mondo femminile lo scorso 8 marzo al Teatro di Sona, i racconti di mamme, compagne, scrittrici e campionesse. Sette donne speciali e sullo sfondo lo sport, scenario di passione e di vita.

“Da corsa a ostacoli a staffetta”

Tra le voci di Federica Lisi Bovolenta, Pia Tuccitto, Gloria Zanin, Sara Ruggeri, Raffaella Reggi e Anna Martellato, anche quella di Federica Costa, Presidente ANTS Onlus, che ha usato una metafora sportiva per raccontare di mamme speciali, quelle di bambini e ragazzi con Autismo: “… mamme che fin dalla nascita dei loro figli iniziano una vera e propria corsa ad ostacoli: il nostro obiettivo è quello di abbassare gli ostacoli e trasformare questa corsa in una staffetta, cercando qualcuno che possa aiutarci ad arrivare al traguardo, insieme. Nei nostri bambini cerchiamo di scovare i punti di forza, i talenti speciali che ognuno di loro ha, come tutti noi: da lì partiamo, per tirar fuori il meglio di ciascuno vincendo la loro difficoltà nell’aprirsi al mondo. E facciamo di tutto perché quante più persone possibile ci aiutino in questo, perché c’è bisogno del supporto di tutti”.

Leggi anche:  Equipe5 è il vino ufficiale dell’American Pavilion al Festival di Cannes 2019

Raccolta fondi

Il suo emozionante intervento è stato lo spunto per annunciare un’iniziativa volta appunto a “far rete”: la raccolta fondi per l’eyetracker “Guardare al domani”, una particolare tecnologia che consente di intercettare i primi sintomi e quindi una diagnosi e un intervento precoce, fin dai primi mesi di vita, già attiva presso il Centro Regionale per l’Autismo di Borgo Trento.

Per sostenere il crowdfunding

Per sostenere e seguire il crowdfunding, che partirà il 2 aprile (Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo), la pagina facebook è “eyetracking guardare al domani”, dove si può vedere il bel video realizzato dallo studio milanese Cicciotun con i disegni di Graziano Barbaro e Giulia Terragni.