Bardolino nel circuito dei Comuni fioriti. Isgrò: “Il circuito Comuni Fioriti è sopratutto un progetto di sensibilizzazione rivolto alle amministrazioni comunali di tutta Italia”.

Firmato l’accordo

Il Comune di Bardolino fa parte del circuito dei Comuni Fioriti d’Italia. L’accordo è stato ratificato dall’assessore all’ecologia di Bardolino Lauro Sabaini e Michele Isgrò, vice presidente di Aproflor-Comuni Fioriti.

Quasi un centinaio di aiuole

“Cura e fiori certamente a Bardolino non mancano”, afferma Lauro Sabaini. “Le 40mila viole del pensiero dei mesi scorsi hanno lasciato spazio ad oltre 32mila tulipani di pregiate varietà, distribuiti in 98 aiuole che hanno incantato turisti e visitatori. Migliaia di scatti e post sui social hanno diffuso la bella immagine fiorita del nostro lungolago. Grazie ad una collaborazione tra il Comune di Bardolino e il Parco Giardino Sigurtà di Valeggio sul Mincio, uno dei più grandi parchi botanici del sud Europa, da tre anni abbiamo a disposizione i pregiati bulbi la cui selezione e disposizione è curata direttamente dal conte Giuseppe Sigurtà, proprietario del parco. Dopo i tulipani la fioritura estiva delle aiuole sarà garantita da coloratissime piante di “impantiens nuova guinea” detti anche “fiori di vetro”.

Il progetto di sensibilizzazione

“Il circuito Comuni Fioriti è sopratutto un progetto di sensibilizzazione rivolto alle amministrazioni comunali di tutta Italia”, spiega il vice presidente Asproflor Michele Isgrò. “Attraverso la sfida tra Comuni si sprona la diffusione del bello, del decoro, della cura  del verde e delle fioriture, primo biglietto da visita per l’accoglienza delle Città. Si tratta di una formula di marketing turistico ambientale adottata da migliaia di località in Europa e nel Mondo. In Italia la kermesse è arrivata solo  undici anni fa ed è organizzata da Asproflor di Torino”.

Leggi anche:  Nuove fognature e acquedotti a Minerbe realizzate da Acque Veronesi

La giuria

I Comuni in estate vengono visitati da una speciale giuria che attribuisce un cartello riportante la valutazione espressa con un numero variabile di fiori “da uno a quattro” in funzione a qualità e quantità delle fioriture”.

Messaggio di alto valore

“La partecipazione del Comune di Bardolino”, continua Michele Isgrò, “rappresenta prima di tutto un messaggio di alto valore  etico-ambientale rivolto ai ragazzi e bambini. Attenzione in primo piano per l’assessore Lauro Sabaini come si è visto durante la festa dell’albero e la piantumazione di oltre 230 olivi, uno per ogni nato. Contestualmente diventa modello di esempio per tante località che faticano a coniugare l’esperienza del bello, l’accoglienza di un luogo che esprime con i fiori benessere e maggiore qualità di vita anche per i residenti”.