CandidaMente è un ambizioso progetto nato nel 2018 per l’area Anziani di Fondazione Historie che cerca, con modi differenti e innovativi, di raccontare a tutti il mondo delle demenze: un mondo che assorbe le energie e che causa tanti problemi, un mondo di difficoltà e complicazioni. Questi sono forse gli aspetti maggiormente conosciuti della malattia e, in quanto tali, i punti di partenza che il progetto vuole scardinare e modificare. CandidaMente diventa, anche  quest’anno, il legame tra gli eventi organizzati da Fondazione Historie Onlus e Associazione Proposte Sociali nel mese di dicembre.

CandidaMente… a teatro

Primo fra tutti “CandidaMente… a teatro” nato con l’idea di raccontare come familiari e malati sappiano affrontare tutte le complicazioni della vita quotidiana creando uno spettacolo teatrale dopo un lavoro durato due anni. Un lavoro personale e privato in cui ogni familiare ha aperto a tutti una piccola porta su una parte di sé fino a oggi mantenuta nascosta. Una condivisione che non vuole sottolineare solo le difficoltà ma soprattutto evidenziare come, nella vita quotidiana, insieme si possa sconfiggere anche il peggiore dei nemici. Il 4 dicembre alle 20.30 “CandidaMente… a teatro” – scritto dai familiari del Gruppo Anziani, con la collaborazione di volontari, e arrangiato e interpretato dalla Compagnia Teatrale I Gotturni – vedrà la messa in scena presso il Teatro “Alida Ferrarini” di Villafranca. Lo spettacolo teatrale prevede un contributo di 8 euro per l’ingresso, destinato ai progetti per persone affette da Demenza, e può essere acquistato presso il negozio Valore Artigiano (Via Cantore 6, Villafranca di Verona), dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 16 e il sabato dalle 9 alle 13 e presso la sede di Via Mantova 11 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13. L’evento, inoltre, è sostenuto dal Centro Servizio per il Volontariato (CSV) di Verona nell’ambito del “Sostegno eventi associativi di natura pubblica – eventi di rete, ed è patrocinato dal comune di Villafranca e dall’ULSS9.

Raccontare la demenza… insieme nella comunità

Proprio da questa collaborazione nasce un altro importante evento: “Raccontare la demenza… insieme nella comunità” che, durante il pomeriggio dello stesso mercoledì 4 dicembre, presso la Sala Parrocchiale Franzini (Piazza Papa Giovanni XXIII, Villafranca di Verona), vedrà riuniti tutti i familiari e i volontari del distretto 4 coinvolti all’interno del Progetto Sollievo, per affrontare tematiche quali la cura e l’assistenza per l’anziano affetto da demenza.

Leggi anche:  Escherichia coli nello stracchino: ritirato da Ministero della Salute

Concerto di Natale e inaugurazione del presepe

Gli eventi, che mirano a coinvolgere la popolazione, raggiungeranno poi il culmine sabato 7 dicembre con il concerto di Natale e l’inaugurazione del Presepe. Il Gruppo Anziani, dopo mesi di prove e duro lavoro, si esibirà in canti natalizi all’interno della Chiesa della Disciplina alle ore 16.30 per poi spostarsi presso il Castello Scaligero di Villafranca per l’accensione del Presepe costruito, da mani ormai esperte, interamente in ceramica e che rappresenta un insolito paesaggio della Lessinia. Per qualsiasi informazione è possibile visitare il sito www.historie.it o contattare il numero telefonico 3461807787.

Il convegno SNO

SNO Italia nasce il 22 maggio 1960, quando alcuni neurologi e neurochirurghi ospedalieri si
riunirono in un’aula dell’Ospedale Maggiore di Milano e dopo un lungo periodo di inattività, il 25.1.2019 si è ricostituito lo SNO Triveneto Sezione Regionale della SNO Italia (Scienze Neurologiche Ospedaliere – Società dei Neurologi Neurochirurghi Neuroradiologi Ospedalieri).
Al fine di celebrare questo evento il nuovo Direttivo SNO Triveneto ha organizzato un Convegno che vorrà essere una preziosa occasione di confronto tra le diverse anime, neurologi, neurochirurghi, neuroradiologi e specializzazioni neurologiche affini, delle Scienze Neurologiche Ospedaliere del Nord-Est italiano.
Il Convegno che permetterà l’espressione e il confronto delle più avanzate conoscenze scientifiche nell’ambito di alcune malattie neurologiche rare, della malattia di Parkinson nella fase avanzata e dell’epilessia. L’auspicio è che l’occasione del Convegno a Villafranca permetta a SNO Triveneto di farsi sempre più apprezzare sia per le sue tradizioni culturali e storiche, sia per le tante iniziative nuove o rivalorizzate.