Nei prossimi mesi la viabilità di Verona sud subirà importanti modifiche. Due gli snodi che saranno interessati dai cantieri stradali, largo Perlar, ossia l’incrocio all’altezza del palazzo Bauli, e la rotonda che porta a Santa Lucia, quella sotto il cavalcavia di viale Piave. Pronti a partire nelle prossime settimane, entrambi gli interventi si concluderanno entro la fine di agosto.

Si parte da lunedì 17 giugno

Da lunedì 17 giugno, largo Perlar sarà transitabile solamente dai mezzi che arriveranno dall’autostrada. Il traffico in uscita dal casello, infatti, non subirà modifiche. Coloro che, invece, giungeranno dal centro storico, con direzione Verona sud, potranno arrivare fino alla rotonda dell’Esselunga, da lì saranno deviati su viale dell’Industria, e quindi o su via Copernico e viale del Commercio, oppure dall’altra parte su via Roveggia, per poi arrivare in via Torricelli.

Il secondo cantiere da luglio

Il secondo cantiere partirà il 1° luglio e riguarderà la rotonda di Santa Lucia. Anche qui, il traffico sarà bloccato solamente in una direzione. Per coloro che da Santa Lucia andranno in centro città non cambierà nulla. Quanti invece giungeranno da viale Piave, non potranno prendere la rotonda ma dovranno fare il cavalcavia e poi transitare su via Scopoli e via Roveggia.

“Lavori inevitabili”

I cantieri, necessari per spostare le condutture del metanodotto Snam di Verona e consentire così i lavori per il filobus, sono stati illustrati questa mattina dall’assessore alle Strade Marco Padovani. Presenti il responsabile di Snam rete gas di Verona Mauro Sancilio, l’ingegnere Nicola Zamperini, il vicecomandante della Polizia locale Lorenzo Grella e il presidente della quinta Circoscrizione Raimondo Dilara. “Si tratta di lavori inevitabili, per questo abbiamo aspettato il momento migliore per farli, a scuole finite e in un periodo dell’anno in cui non ci sono fiere e grandi eventi – ha spiegato Padovani -. Sui cantieri saranno presenti gli agenti della Polizia locale che gestiranno il traffico, dirottandolo sulle vie alternative. Entrambi gli interventi finiranno prima dell’inizio di settembre, in modo che con l’inizio delle scuole sia già tutto sistemato”.

Leggi anche:  Scossa di terremoto: l'Appennino ha tremato anche oggi

“Saranno presenti una decina di agenti della municipale”

“Saremo presenti con una decina di agenti, soprattutto durante le prime giornate – ha detto Grella -. Quando gli automobilisti avranno chiare le deviazioni, e le strade alternative da percorrere, anche il traffico migliorerà e sarà più scorrevole. Per quanto riguarda il trasporto pubblico solamente le linee 61 e 62 subiranno alcune modifiche”. Un terzo piccolo intervento sarà realizzato su via Copernico, su una piazzola prima del posteggio di Adigeo, ma non creerà nessun intralcio alla viabilità.