Cer estivi pronti per la nuova stagione. Mercoledì 4 aprile si aprono le iscrizioni ufficiali.

Centri estivi ricreativi 2018

Aprono mercoledì 4 aprile le iscrizioni ai centri estivi ricreativi 2018, il servizio rivolto ai bambini delle scuole dell’infanzia e ai ragazzi delle primarie e secondarie di primo grado.
Dalle ore 9 di mercoledì prossimo, fino al 20 aprile, i residenti nel comune di Verona potranno presentare domanda collegandosi al sito www.comune.verona.it; per i non residenti le iscrizioni saranno aperte, sempre sul sito, dal 13 aprile.

Si inizia il 25 giugno

Le attività inizieranno lunedì 25 giugno con i pre-CER, per i ragazzi dai 6 ai 12 anni (14 anni se diversamente abili certificati da autorità competenti) presso le scuole Messedaglia, Farinata degli Uberti, M.Chiot, Europa Unita, D’Azeglio, Giuliari, Rodari , Forti e Don Mercante. Lunedì 2 luglio l’attività estiva sarà avviata anche presso le scuole Pacinotti, Caperle e Vilio. Sempre lunedì 2 luglio inizieranno i CER per i bambini dai 3 ai 6 anni nelle scuole dell’Infanzia Bentegodi, Carso, Di Cambio, Croce Bianca, Rodari, Piccono della Valle, Primo Maggio, Badile, Villa Cozza e Monte Tesoro.

Leggi anche:  Acqua alta a Venezia, i vigili del fuoco di Verona al lavoro per fronteggiare l'emergenza FOTO e VIDEO

Supporto concreto ai genitori

Le attività ricreative per la prossima estate sono organizzate dall’assessorato all’Istruzione del Comune di Verona. “I Cer – spiega l’assessore all’Istruzione Stefano Bertacco – sono un supporto concreto ai genitori per una migliore conciliazione dei tempi dedicati al lavoro con quelli dedicati alla famiglia nonché contribuire a far vivere ai bambini e ai ragazzi esperienze piacevoli, socialmente formative ed educative. Al servizio è riservata una grande attenzione sia nell’ambito della progettazione che dell’ organizzazione delle attività, al fine di trasmettere ai bambini saperi, conoscenze e un modo di vivere relazioni significative grazie a proposte ricreative che coniugano il divertimento alla formazione. Inoltre una particolare cura è rivolta ai piccoli che hanno delle necessità personali e richiedono l’intervento di personale specializzato”.