Quanto possono guadagnare e chi sono gli chef più ricchi d’Italia? La domanda se la pongono in molti, visto anche il momento d’oro della cucina nostrana, e FoodCommunity.it ha stilato una classifica capace di dare una risposta a questa domanda. Nella top ten c’è anche spazio all’orgoglio scaligero, con un veronese capace di raggiungere la quarta posizione.

Un veronese tra gli chef più ricchi d’Italia

Ebbene sì, tra gli chef più ricchi d’Italia c’è anche un veronese. Si tratta del famosissimo Giancarlo Perbellini, nato a Bovolone e formatosi tra Verona, Imola e la Francia. il suo giro d’affari è stimato in 6 milioni di euro. Tra i suoi locali ricordiamo il ristorante “Perbellini” di Isola Rizza, poi lasciato nel 2014, “Casa Perbellini” a San Zeno, Verona, capace di ottenere due stelle Michelin, e una serie di altre partecipazioni in locali molto noti nella città di Giulietta e Romeo. Giancarlo Perbellini è stato anche autore di due libri di cucina e ha avuto un’esperienza televisiva su Gambero Rosso Channel.

Il podio

Al terzo posto c’è Carlo Cracco, noto per la sua lunga partecipazione a Masterchef Italia, che fattura complessivamente 7,5 milioni di euro con le sue tre società. Il suo ultimo progetto è stato l’apertura di un ristorante con annesso caffè bistrot in galleria a Milano.

Al secondo posto ci sono altri due veneti: si tratta dei fratelli Alajmo, che vantano locali a Venezia e Parigi, ma famosi soprattutto per il ristorante tre stelle Michelin “Le Calandre” a Sermeola di Rubano, a Padova. Il loro giro d’affari arriva a toccare gli 11 milioni d euro.

Leggi anche:  Elettrificazione Brebemi, ecco come la A35 potrebbe diventare la prima eHighway italiana VIDEO

I Paperon de Paperoni d’Italia, però, sono i fratelli Cerea, titolari del ristorante tre stelle Michelin “Da Vittorio” a Brusaporto, Bergamo, ma anche di numerosi altri locali e di un’azienda di catering, la Vi.co.ok, famosa in tutto il mondo. Il loro fatturato raggiunge l’esorbitante cifra di 15 milioni di euro.

Chef più ricchi, il resto della top ten

Quinto posto per Andrea Berton, con 5,4 milioni di euro di fatturato, sesta piazza per il celebre Antonino Cannavacciuolo, con 5,2 milioni di fatturato, settimo posto per colui che è stato eletto miglior chef del mondo nel 2016, Massimo Bottura, con un fatturato di 4,9 milioni di euro. Ottavo Nico Romito, con 3,7 milioni di euro di fatturato, nono il giovane Enrico Bartolini, con 2,7 milioni di euro e, infine, decimo posto per Moreno Cedroni, con un fatturato di 2,6 milioni di euro.