Congresso mondiale delle famiglie a Verona: “Regione revochi patrocinio”.  La richiesta arriva dai consiglieri regionali Bartelle e Ruzzante.

Congresso mondiale delle famiglie a Verona: “Regione revochi patrocinio”

«Il presidente Zaia si trova a suo agio a condividere il palco con personaggi che affermano che le persone omosessuali sono contagiose come la peste? Ogni tanto dovrebbe ricordare che non è più un semplice militante della Lega ex Nord, ma il massimo rappresentante dell’istituzione regionale. Non è accettabile che il nome e il simbolo della Regione Veneto siano accostati a messaggi contro l’autodeterminazione delle donne e contro le persone lgbtq, per questo abbiamo chiesto a Zaia di ritirare il patrocinio della Regione». Così i consiglieri regionali Patrizia Bartelle (Italia In Comune) e Piero Ruzzante (Liberi E Uguali), che lunedì 11 marzo hanno depositato un’interrogazione chiedendo alla Giunta regionale di ritirare il patrocinio al “World congress of families XIII”.

E’ il ritorno del patriarcato

«Il rifiuto di ogni discriminazione e pregiudizio, la solidarietà e l’apertura alle persone di ogni provenienza, cultura e religione è scritta nel DNA del Veneto, nella storia più antica del nostro territorio e – anche se Zaia lo dimentica – nello Statuto della Regione», sottolineano i due consiglieri. «Il modello di famiglia che hanno in mente la Lega e il ministro Fontana è reazionario, escludente, misogino e intollerante. Loro vogliono una famiglia in cui è l’uomo a decidere se la donna può abortire o meno, se può uscire di casa, se può lavorare. Il ritorno al patriarcato nelle forme più retrive e violente. Secondo noi – concludono Bartelle e Ruzzante – la vera famiglia è quella fondata sull’Amore: questo è il futuro e siamo convinti che la maggioranza dei cittadini del Veneto non voglia tornare al passato».

Leggi anche:  LegnagoWeek è in edicola!

LEGGI ANCHE:

Congresso mondiale delle famiglie Verona, Di Maio: “Nessuno del M5S andrà”

Congresso mondiale delle famiglie il sindaco di Verona: “Orgogliosi di ospitarlo”

Congresso mondiale delle famiglie Verona attacco dal Partito Democratico veneto

Congresso mondiale delle famiglie Verona anche la Cgil in piazza contro

Congresso mondiale delle famiglie Verona istruttoria sul patrocinio del ministero

Congresso mondiale delle famiglie a Verona: “Regione revochi patrocinio”

Congresso mondiale delle famiglie Verona Arcigay chiama alla mobilitazione