Cosa manca a Bardolino? Lo dicono 9 laureati della Iuav.  Un workshop all’interno di un master dell’università veneziana.

Workshop del master

Il sindaco di Bardolino Ivan De Beni ha ricevuto questa mattina, giovedì 17 maggio, in municipio, nove neolaureati dell’università Iuav di Venezia impegnati a Villa Carrara Bottagisio nel workshop dal tema: “Cosa manca a Bardolino?”. Obiettivo del Master è approfondire lo studio del legame esistente tra il patrimonio urbano e il turismo globale, cercando di capirne regole e future trasformazioni.

Cambiare il punto di vista è possibile

“Cambiare il punto di vista”, afferma l’architetto Marco Ardielli, “è senza dubbio l’operazione più complicata che si richiede agli allievi del Master ma anche quella potenzialmente più stimolante e appagante. In un contesto urbano com’è quello di Bardolino in cui pare ci sia tutto che funzioni, e in cui tutto è ben realizzato, è necessario chiedersi se, al contrario, qualcosa manchi. Nell’offerta turistica, nei servizi, nelle infrastrutture ma anche nel rapporto città/turista/cittadino. Chiedersi insomma se si sa dove si sta andando e se si è capaci di rinunciare ora per ottenere qualcosa in più nel futuro. Per fare questo occorre analizzare scientificamente i dati, osservare attentamente i luoghi, registrare i contributi tecnici, politici ed economici”.

Leggi anche:  Arena di Verona, questa sera una Carmen da non perdere

Due giorni di studio in Villa

Nei due giorni a Bardolino gli studenti, riuniti nel quartiere generale di Villa Carrara Bottagisio, raccoglieranno tramite interviste mirate, ad amministratori comunali, tecnici, addetti alla comunicazione turistica e ai semplici cittadini, tutti i dati e spunti per elaborare i loro progetti.

Cosa non funziona: 20 diapositive in 20 secondi

Gli elaborati finali, venti diapositive illustrate in venti secondi ciascuna per fotografare ciò che non funziona a Bardolino, saranno presentati  lunedì 4 giugno in università a Venezia.

Borse di studio

Il Comune di Bardolino finanzia il master con 15 mila euro destinati a due borse di studio.