Crollo ponte Morandi, una tragedia che colpisce anche la provincia veronese. Tra le 38 vittime accertate c’era infatti Vincenzo Licata, autotrasportatore di origini siciliane, da anni residente nel Vicentino, con la passione per la musica che l’aveva portato ad essere membro della banda Alpina città di Caldiero.

Crollo ponte Morandi, vicini alla famiglia

“La Banda Alpina Città di Caldiero piange la scomparsa di Vincenzo Licata deceduto nella tragedia del ponte Morandi a Genova, grande amico e collaboratore della banda”. Questo il post pubblicato questa mattina da presidente, consiglio e bandisti: “Ci stringiamo a Laura, Stefano e famiglia”.

Il cordoglio del governatore Zaia

“Uno di quegli immigrati che ha scelto la nostra regione per lavorare e dare una prospettiva alla propria vita – ha dichiarato il governatore del Veneto Luca Zaia – Rivolgo il mio pensiero in queste ore al dolore di un’intera famiglia alla quale indirizzo i sensi del mio più vivo cordoglio. Credo che in tragedie come questa non occorrano parole di circostanza. Sappiano comunque i congiunti che anche la Regione Veneto è al loro fianco, che possono contare su di noi e che anche da parte mia giunge forte una domanda di verità su quanto accaduto e di giustizia per le vittime, per i feriti, per una città e per un’intera nazione. Quanto accaduto a Genova non può restare confinato a un semplice episodio” .

Funerali di Stato

Domani, sabato 18 agosto, a Genova, verrà  l’ultimo saluto a Vincenzo Licata nei funerali di Stato per tutte le vittime della tragedia.

Leggi anche:  Alberi pericolanti abbattuti, Amia risponde alle obiezioni di qualche cittadino