Moltissimi i rifiuti abbandonati che sono stati raccolti dai volontari, sia lungo la Grezzanella, che nella zona delle risorgive di via Torneghiso. È stata inoltre pulita tutta la risorgiva del Fiume Tartaro compresi i camminamenti.

L’iniziativa

Un lavoro importantissimo, svoltosi grazie all’intervento di molti cittadini poveglianesi e anche di qualche non residente. L’abbandono dei rifiuti causa non solo costi che poi finiscono in bolletta, ma soprattutto un danno ambientale molto grave. Un ringraziamento va alla locale sezione degli Angeli del Bello, a Serit per immateriale fornito e agli uffici per l’organizzazione logistica.

LEGGI ANCHE: Domenica ecologica a Povegliano successo per il primo appuntamento

Le dichiarazioni dei partcipanti

“Un’altra domenica positiva, conclusa al meglio e molto proficua. Serve anche questo per sensibilizzare. Stiamo facendo un buon lavoro anche con la scuola primaria. Stiamo inoltre studiando un sistema di telecamere per sorvegliare il territorio”, questo il commento di Lucio Buzzi. “Pulire e mantenere pulito è doveroso affinché il nostro territorio diventi meta ambita per cicloturisti e avventori. Siamo molto soddisfatti”, ha detto Sara Mazzi. “Rispettare l’ambiente è un dovere per tutti. Incredibile quanta immondizia ci sia abbandonata. La raccolta differenziata funziona bene e va sfruttata, perché passano davanti casa a prendere i rifiuti. L’abbandono è sempre ingiustificato” ha aggiunto Pietro Guadagnini.

Leggi anche:  Verona, venerdì possibili disagi per lo sciopero indetto dai Cobas.

TORNA ALLA HOMEPAGE