Dopo un controllo mirato effettuato venerdì scorso, il personale della Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Verona, nella tarda mattinata di ieri, ha notificato il provvedimento di sospensione dell’autorizzazione alla somministrazione al pubblico di alimenti e bevande al circolo privato denominato “Veniceberg”, in Via Torbido n.11, a Verona.

Il provvedimento

Il provvedimento di sospensione è scaturito in seguito ad un controllo straordinario effettuato lo scorso 17 novembre dal personale della Squadra mobile, della Divisione della Polizia Amministrativa, del Reparto Prevenzione Crimine di Padova, e con l’ausilio di personale della
Guardia di Finanza di Verona e della Polizia Stradale. Il controllo ha permesso di accertare che la maggior parte degli avventori evidenziassero chiari sintomi derivanti dal consumo smodato di alcolici e, grazie all’unità cinofila della Guardia di Finanza, sono state rinvenute numerose dosi di sostanza stupefacente, come cocaina, ketamina e ecstasy, trovata all’interno del locale e sequestrata a carico di ignoti.

I clienti si mettevano alla guida ubriachi o sotto effetto di droghe

Ad ulteriore conferma di quanto accertato dalle Forze dell’Ordine, personale della Polizia stradale, nell’ambito dei servizi connessi alla prevenzione del fenomeno delle “stragi del sabato sera”, con alcuni posti di blocco posizionati nelle strade adiacenti al circolo, ha ritirato 8 patenti, rispettivamente 2 per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti e 6 per guida in stato d’ebbrezza. Alla luce di quanto emerso, il Questore della Provincia di Verona, Dott.ssa Ivana Petricca, ha emanato il provvedimento ex art. 100 T.U.L.P.S. di sospensione dell’autorizzazione dell’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande per un periodo di 30 giorni.