Escursionisti sperduti a Breonio ritrovati nella notte. La donna, 50enne di Sant’Anna d’Alfaedo, era leggermente infortunata.

Escursionisti sperduti a Breonio ritrovati nella notte

Sono stati ritrovati nella notte e riaccompagnati a valle i due escursionisti veronesi, che si erano persi durante una camminata. La coppia era partita dall’abitato di Breonio diretta alle cascate. Un percorso in discesa, da ripercorrere al contrario nel rientro.

Perso l’orientamento

Verso le 20 però i due avevano chiesto aiuto, perché avevano perso l’orientamento, erano al buio e non sapevano più in che direzione muoversi. Il Soccorso alpino di Verona si è messo in contatto telefonico con loro, non potendo però geolocalizzarli con i cellulari ormai quasi scarichi. Dopo aver capito che si trovavano in ogni caso lungo un sentiero Cai, le squadre hanno avviato la ricerca, ritrovandoli abbastanza distanti dalla partenza dei sentieri: la coppia aveva infatti proseguito lungo la discesa, anziché risalire.

La donna leggermente ferita

Una volta raggiunti, i soccorritori hanno inoltre appurato che la donna, E.C., 50 anni, di Sant’Anna d’Alfaedo (VR), aveva riportato la probabile distorsione di una caviglia. È stato quindi deciso di far intervenire un’altra squadra con la barella, che si è avvicinata da sotto. Medicata e imbarellata, l’infortunata è stata trasportata per 400 metri di dislivello verso la Val d’Adige, sul percorso più breve verso una strada, dove attendeva l’ambulanza. L’intervento si è concluso verso l’una e mezza.

Leggi anche:  Giovani in difficoltà, un progetto a Verona per aiutarli

LEGGI ANCHE:

Escursionisti sperduti a Breonio, soccorritori li stanno cercando