Festa della donna donatrice di sangue a Soave.

Festa della donna donatrice di sangue a Soave

In occasione della festa della donna, questo venerdì le sezioni Avis di Soave e San Bonifacio e la parrocchia di Soave, con il patrocinio del Comune di Soave e l’azienda Ulss 9 Scaligera, organizza l’annuale convegno dedicato alla donna donatrice di sangue. Ogni anno c’è un tema e quello del 2019 è “Disabilità… parliamone”. A partire dalle 17 a Palazzo del Capitano, via Camunzzoni 8 a Soave, dopo i saluti istituzionali ci saranno gli interventi di Alessia Bottone e Alessandra Corradi. Bottone è giornalista, coautrice di due documentari molto famosi sul tema dell’accessibilità, che parlerà appunto della difficoltà che hanno le persone con disabilità ad accedere ai luoghi e quindi dell’esclusione dalla vita di società e dalle attività collegate. Corradi, presidente dell’associazione “Genitori tosti in tutti i posti Onlus”, farà invece un intervento sul “come non arrendersi” e quindi attuare strategie positive, quando sei il caregiver familiare di un figlio con gravi e plurime disabilità.

Testimonianze

A seguire la testimonianza di un’altra mamma dell’associazione Noi, voi e loro e interventi dal pubblico. Moderatrice la giornalista Valeria Messi, cronista di San Bonifacio Week. Per finire alle 18.30 seguirà il momento conviviale presso la sala delle feste. L’evento è sostenuto da Banco BPM, Fondazione Giorgio Zanotto, Funivia del Monte Baldo, MBF, Clinica Dentale Caldiero. L’ingresso è libero e gratuito.

Leggi anche:  Il premio Maculan 2019 a Simone Gottardello del ristorante Evo di Bardolino

L’Avis di Soave

L’Avis comunale di Soave è attiva dal 1960 è attualmente è composta da 247 donatori che, nel 2018, hanno donato per ben 470 volte. Queste le attività più significative: progetto Cittadinanzattiva sensibilizzazione degli studenti delle scuole elementari e medie, ad essere cittadini attenti alle necessità degli altri; partecipazione a tornei e partite, a scopo benefico, in collaborazione con gli ex giocatori Hellas Verona e la rappresentativa giornalisti veronesi, per donare fondi alla Fondazione Tes di Padova che studia le malattie del sangue; progetto “Cineeducando” in cui si porta al cinema, durante l’orario scolastico, 1.000 studenti dell’Istituto Itis Dal Cero di San Bonifacio. L’Avis di San Bonifacio nasce nel gennaio del 1962 e conta oggi moltissimi donatori. Collabora con le scuole di ogni ordine e grado, con le società sportive, con le altre sezioni Avis del territorio e con il Comune di San Bonifacio, cercando di sensibilizzare le persone affinché divengano donatori di sangue, promuovendo il volontariato e la donazione periodica del sangue. Per informazioni , collaborazioni e modalità per diventare nuovi donatori, sia a Soave che a San Bonifacio: Sig. Ambrosini 3405901880