Un grande amore, una bella famiglia e tanti chilometri in bicicletta o a piedi. Non sono segreti di longevità ma i ricordi di nonna Imeria Giuliana Lugoboni che, ieri, all’Istituto assistenza anziani ‘Loro’, in via Baganzani, ha spento 105 candeline, circondata da parenti e amici.

Una vita piena di storie ed episodi da ricordare

Classe 1914, dodicesima figlia di una famiglia contadina di Quinzano, la signora Imeria ha avuto un unico grande amore e 2 figli, da cui sono poi arrivati 3 nipoti, 6 pronipoti e 4 bisnipoti che oggi le riempiono il cuore di gioia. Oltre un secolo di vita raccontato al consigliere Paola Bressan che, in rappresentanza dell’amministrazione, ha preso parte ai festeggiamenti. Nel complimentarsi per lo straordinario traguardo raggiunto, il consigliere ha consegnato alla signora una targa a nome della città di Verona.

Sono 15 gli ultracentenari veronesi

Imeria, però, non è l’unica super nonna a festeggiare. Al traguardo delle 100 candeline sono giunte in questi giorni anche le signore Maria Giacometti, residente alla Palazzina, e Maria Aldegheri, ospite della Casa di Riposo Bresciani. A fare loro visita l’assessore Marco Padovani e il consigliere Laura Bocchi. Sono 15 i veronesi che fanno parte dello straordinario gruppo di ultracentenari, dei quali 9 classe 1914, 3 dell’anno 1913, 2 del lontano 1912 e 1 addirittura del 1911.