Le firme saranno solo il punto di partenza. Il gemellaggio tra Verona e Hangzhou è realtà e venerdì, a Roma, si terrà la cerimonia ufficiale di sottoscrizione, alla presenza del presidente cinese Xi Jinping. Il primo gemellaggio tra Verona e una città cinese sarà siglato all’interno di una due giorni ricca di eventi e appuntamenti istituzionali organizzati apposta per la visita ufficiale in Italia del presidente cinese, che si terrà il 22 e 23 marzo nella capitale.

Il programma della visita del presidente cinese

A dare il via alle celebrazioni, l’incontro tra i presidenti Xi Jinping e Sergio Mattarella direttamente al Quirinale, venerdì mattina durante un colloquio a porte chiuse al quale parteciperà anche il sindaco Federico Sboarina. Dopo la visita istituzionale tra i due capi di stato, prenderà il via il Forum Culturale Italia-Cina, a Palazzo Barberini, con gli interventi dei ministri Alberto Bonisoli, Gian Marco Centinaio e, per la Cina, Luo Shugang.  A partire dalle ore 15 verranno firmati prima una serie di accordi bilaterali, in tema di arte, spettacolo, turismo, moda e design, per arrivare poi alla firma del gemellaggio, sottoscritto per Verona dal sindaco Sboarina. Sabato sarà il turno del presidente del Consiglio Giuseppe Conte che, a Villa Madama, riceverà il presidente Xi Jinping. Le cerimonie ufficiali si chiuderanno con il pranzo che vedrà sedute al tavolo tutte le autorità intervenute durante la due giorni, fra cui anche il sindaco di Verona.

Leggi anche:  Piace sempre più il mercato a km 0 di Avesa

“Un momento storico per Verona”

“Sarà un momento storico per la nostra città – spiega Sboarina -. Dopo 59 anni dal primo gemellaggio con Monaco, sottoscriveremo il primo patto ufficiale con la Cina, un partner importante dal punto di vista economico, commerciale, turistico e culturale. Questo accordo aprirà numerose prospettive future, che ci permetteranno di valorizzare il nostro territorio e le eccellenze veronesi. Diverse realtà, sia economiche che culturali, proprio in vista del gemellaggio, hanno già manifestato il loro interesse a riguardo. Sono certo che le firme di venerdì daranno il via a collaborazioni strategiche vantaggiose non solo per le nostre due città, ma anche per entrambi i Paesi”.