L’Amministrazione comunale di Sommacampagna, in occasione del Centenario della fine della Grande Guerra organizza, per le giornate del 3 e 4 novembre, due giornate di commemorazione ai caduti, che si svolgeranno tra Caselle, Custoza e Sommacampagna.

Le commemorazioni della Grande guerra iniziate nelle scuole di Caselle

Le commemorazioni sono invece già iniziate nelle scuole del paese. “Questi bambini e questi ragazzi sono il nostro futuro. Il significato di questo evento è stato quello di raccontare loro i gravi avvenimenti del passato perché possano contribuire a fare in modo che questi errori non vengano più commessi” commenta così Emanuela Felisi, presidente del Piedibus e vicepresidente del Comitato genitori di Caselle, la mattinata del 31 ottobre scorso, in cui si è svolta la prima iniziativa in paese legata alle commemorazioni del 4 novembre.
Riunitisi in un primo momento nella palestra della scuola media della frazione, il sindaco Graziella Manzato e la giunta comunale, insieme alle rappresentanze dl corpo degli Alpini, dei Fanti, dei Bersaglieri, dei Marinai e dell’Aeronautica, hanno dato inizio alla commemorazione della Festa delle Forze armate e della Festa dell’unità nazionale.
Il momento, istruttivo oltre che in ricordo – grazie anche all’intervento del consigliere Maurizio Cassano in merito alle tipologie di forze armate attive oggi – si è concluso con l’Inno di Mameli, cantato a gran voce dai 150 ragazzi presenti, insieme alle rappresentanze.
Quest’ultime, poi, si sono spostate nella scuola elementare per raggiungere i bambini del Pedibus. Con un linguaggio semplice e adatto all’età, anche i più piccoli hanno avuto modo di imparare gli avvenimenti passati della storia del nostro paese.  E non solo, alla fine della mattinata, distribuitisi nelle 4 linee del Piedibus, ogni rappresentante delle Forze Armate si è trasformato in uno speciale accompagnatore per i bambini del gruppo.
“Come Piedibus è già il quarto anno che proponiamo questo appuntamento – continua Emanuela – Sono felice che quest’anno anche la scuola media sia stata coinvolta. I ragazzi sono stati entusiasti e interessati al tema, ponendo molte domande pertinenti. Lo riproporremo sicuramente anche nel 2019 e ci piacerebbe riuscire ad approfondire maggiormente la tematica, magari anche con un’uscita nella sede dell’Aeronautica”.

Il programma di domani

Sabato 3 novembre a Custoza, si deporranno corone al Monumento ai Caduti e si celebrerà una santa messa nella cappella dell’Ossario. A Sommacampagna vi sarà l’inaugurazione di una mostra di modellini di aerei della prima guerra mondiale, curata da IPMS Verona (International Plastic Modeller’s Society), seguita da una conferenza tenuta dal Tenente Colonnello Meutti.

Domenica si svelerà la targa per i tre fratelli Carletti

Domenica 4 novembre invece, in occasione del Centenario, l’Amministrazione comunale svelerà una targa dedicata a 3 fratelli di Sommacampagna caduti nella Grande Guerra. I tre fratelli Adelino, Marcello e Giuseppe Carletti, venuti a mancare rispettivamente nel 1916, 1917, 1918. Il Comune di Sommacampagna, in 3 anni di guerra ha avuto 90 caduti. La famiglia Carletti è stata la più colpita, ed è stata scelta come emblema del dolore di tutte le famiglie causato dalla morte dei cari in guerra.
A raccontare la loro storia Jacopo Garonzi, pronipote dei Carletti, che nel 2015 ha redatto una tesina di maturità approfondendone la ricerca. A seguire un’orazione civile tenuta dallo storico Carlo Saletti che ha curato la ricerca storica e la stesura del testo della lapide.
Successivamente gli alunni delle classi quinte dell’Istituto Comprensivo Don Milani leggeranno i nomi degli oltre 80 deceduti nel corso della prima guerra mondiale.
Partirà poi il corteo per l’omaggio ai caduti presso i monumenti del centro di Sommacamapagna (Monumento ai Fanti, Carabinieri, Parco della Rimembranza, Cappella ai Caduti nella chiesa parrocchiale). Il Corteo sarà aperto dal Corpo Bandistico di Sommacampagna, e vedrà la presenza di Autorità, Associazioni d’Arma. Alunni della scuola primaria intoneranno l’Inno Nazionale. A seguire, alle 11.15 la Santa Messa e infine l’omaggio al Monumento agli Alpini.
Protagoniste saranno le Associazioni d’Arma, l’Associazione CreaCustoza e le Associazioni Campanarie. Presso la sede dell’Associazione Combattenti e Reduci – sezione di Sommacampagna inoltre, sarà possibile ritirare gli attestati preparati per le famiglie dei caduti di Sommacampagna in occasione del centenario. Per ulteriori informazioni contattare il referente, signor Giovanni Brentegani, tel. 045 510262. Due giornate dense di eventi, volte a preservare e mantenere viva la memoria del Paese.