I Presepi pronti ad incantare Soave. Tanti gli appuntamenti che inizieranno sabato 8 dicembre e proseguiranno fino a domenica 20 gennaio 2019.

I Presepi pronti ad incantare Soave

Si avvicinano le festività e Soave si prepara a diventare la capitale dei presepi dell’est veronese. Dicembre e gennaio saranno infatti mesi ricchi di appuntamenti, tutti inseriti all’interno della rassegna «Soave, Paese dei Presepi», che prenderà il via il prossimo 8 dicembre.

Gli organizzatori

Anche quest’anno sono numerose le realtà che si sono messe a disposizione per allestire presepi, organizzare eventi e rendere più bello e attraente il nostro paese durante le settimane che ci attendono. Le Botteghe di Soave, Amici delle Antiche Torri, Soave in Arte, il Gruppo Alpini Soave, i comitati e i tanti volontari attivi nelle parrocchie sono stati e saranno fondamentali per la buona riuscita della rassegna.

Il programma

Il programma della manifestazione vedrà il borgo medioevale ospitare mostre, concerti e visite guidate fino a gennaio inoltrato. I presepi, come ormai tradizione, saranno l’attrazione principale del periodo, con una ventina di punti espositivi dislocati in tutto il centro storico e che coinvolgeranno anche le frazioni. Si parte l’8 dicembre, come detto, con i presepi esposti nelle vetrine dei negozi del centro e con l’inaugurazione delle mostre «Il Presepio nella cultura e nell’arte», alla chiesa di S. Maria dei Domenicani, e dei presepi «Diorami», presso la chiesa di San Rocco; entrambe le esposizioni saranno visitabili fino al 6 gennaio. Altri presepi troveranno poi posto presso le chiese di San Giorgio, San Lorenzo e della Bassanella. A rendere ancora più bello il centro storico saranno poi i presepi allestiti presso Porta Verona, via Roma, piazza Antenna e via Cangrande, nella prima torre e in quella d’angolo, dagli Amici delle Antiche Torri; ci saranno poi il presepio allestito dagli alpini presso porta Aquila e quello dei più piccoli, realizzato in piazza Mercato dei Grani dai bambini della scuola per l’infanzia «Principe di Napoli». Altri presepi saranno poi visitabili presso le chiese parrocchiali delle frazioni di Costeggiola, Fittà, Castelcerino e Castelletto. Il programma della rassegna si completa poi con le varie mostre ed esposizioni artistiche che si terranno durante il periodo delle festività e con gli appuntamenti musicali come il concerto d’organo in programma il 16 dicembre presso la chiesa di San Lorenzo e le esibizioni della banda «Mons. L. Aldrighetti» del 23 e 26 dicembre presso l’auditorium della cantina Rocca Sveva. La sagra dei Rufioi di Costeggiola, il mercatino dell’antiquariato e le visite guidate al centro storico saranno gli ultimi appuntamenti di un programma che si chiuderà domenica 20 gennaio.

Leggi anche:  Troppo costoso fermare tutto, si farà la Tav Brescia-Verona-Padova

Il commento della Pro Loco

Il direttivo Pro Loco ha così commentato l’evento: «Anche quest’anno si è cercato di coinvolgere tante realtà del paese per far sì che Soave, durante le feste, si trasformi in una sorta di museo a cielo aperto. Per cui dobbiamo prima di tutto fare un ringraziamento enorme a tutti coloro che si stanno mettendo a disposizione per l’allestimento delle varie installazioni e per tenere aperte le mostre anche durante le festività. Speriamo davvero di rendere Soave una meraviglia, sia per i visitatori che per chi ci abita».