Il “grazie” di Camerino ad ATV per la solidarietà in occasione del terremoto.

Terremoto a Camerino

Era l’autunno del 2016 e la gente di molti centri abitati di Marche, Lazio e Umbria, viveva i momenti più bui e difficili dopo che, dalla notte del 24 agosto, il terremoto aveva sconvolto loro la vita, causando la morte di 300 persone e riducendo interi borghi a cumuli di macerie.

La generosità di Atv e dei suoi dipendenti

Sull’onda della partecipazione emotiva per il dramma di quelle popolazioni, i vertici di ATV, in accordo con i dipendenti, decisero di devolvere i fondi destinati al tradizionale incontro natalizio tra il personale, all’acquisto di una roulotte da adibire ad uffici da destinare al Comune di Camerino, cui seguì poi il dono di una casetta prefabbricata, tuttora installata presso gli impianti sportivi del comune marchigiano. A distanza di due anni le cicatrici del sisma del Centro Italia sono purtroppo ancora ben visibili ma il grande cuore delle persone di quelle terre le spinge a far sentire la propria riconoscenza a quanti sono stati loro vicini nei momenti più drammatici dell’emergenza.

Un gesto per dire “grazie”

Una riconoscenza non solo simbolica, ma che ha voluto rendersi tangibile sotto forma di una delle eccellenze della gastronomia locale marchigiana, la “Pasta di Camerino”: tremila confezioni di prelibata pasta all’uovo e pasta secca, destinati ai dipendenti di ATV, saranno recapitati lunedì prossimo, alle 11.30 nella sede dell’Azienda in Lungadige Galtarossa, dai rappresentanti delle istituzioni di Camerino al presidente Massimo Bettarello, che definisce “un gesto di grande significato quello dello degli amici marchigiani, che avvalora la tradizione di ospitalità e di generosità di questo straordinario territorio a cui siamo legati da un profondo vincolo di amicizia. Sappiamo che il nostro contributo è stato solo una goccia nel mare di necessità delle popolazioni colpite dal terremoto, ma siamo orgogliosi di aver fatto la nostra parte per rendere concreta la solidarietà nei loro confronti da parte dei veronesi e del personale della nostra azienda in particolare”.

Leggi anche:  Renato Bosco di nuovo ospite a La Prova del Cuoco

Perché proprio la pasta

Il motivo per cui è stata scelta la pasta per esprimere la riconoscenza nei confronti di ATV lo spiega il presidente del CUS di Camerino, Stefano Belardinelli, già presidente della locale azienda dei trasporti: “Durante un viaggio in Argentina ho scoperto che i discendenti degli italiani emigrati laggiù nel secolo scorso, ancora oggi alla domenica tengono vivo il rito di mettere in tavola la pasta all’uovo, pietanza che per loro rappresenta il simbolo di riunione della famiglia. Questo mi ha molto colpito e, visto che una delle poche aziende di Camerino rimaste operative dopo il terremoto è proprio il pastificio, ci è sembrato un gesto di buon auspicio regalare questo nostro prodotto tipico, apprezzato ovunque, agli amici di ATV che sono stati così solidali, al pari anche di altre istituzioni veronesi quali la Facoltà di Giurisprudenza e il CUS scaligero. Sia la roulotte che la casa in legno ci sono state utilissime nella prima emergenza e lo sono ancora oggi per ospitare il personale degli impianti sportivi e gli sportivi universitari, in un contesto che rimane molto difficile. Non siamo in grado di contraccambiare in modo equivalente la generosità dei nostri amici veronesi, ma abbiamo voluto comunque far sentire la nostra riconoscenza con un gesto concreto”.