Inciviltà urbana a San Bonifacio: nuovi episodi di abbandono sconsiderato dei rifiuti. La denuncia è arrivata da parte di alcuni cittadini tramite il gruppo facebook «Succede a San Bonifacio».

Inciviltà urbana a San Bonifacio: nuovi episodi di abbandono sconsiderato dei rifiuti

La piaga dell’abbandono sconsiderato dei sacchi della spazzatura nei posti più disparati, fuorché negli appositi cestini, è un problema che accomuna molti paesi del territorio, causando l’ira di tutti coloro che sono stufi di imbattersi in episodi simili.

L’ironia social

L’ultimo episodio ha coinvolto le sponde del torrente Alpone, che si sono ricoperte in poco tempo di rifiuti e materiali inquinanti. A testimoniarlo le foto apparse sul gruppo facebook «Succede a San Bonifacio», che ritraggono il corso d’acqua «arricchito» da un bidone, dalla gomma di un’auto, da un pallone da calcio e da vari oggetti di plastica. Ad accompagnare gli scatti alcune parole ironiche: «PRIMO LOTTO Alpone Online. Ecco il primo lotto di plastica aggiudicabile gratuitamente in questo gruppo: bidone verde aspiratutto, gomma auto sabbiata ( o insabbiata ), pallone calcio plastiche varie e lattina Coca Cola». Molto significativa è stata poi la foto di alcune anatre che nuotano nel torrente vicino ad un barattolo di plastica, con tanto di didascalia provocatoria: «Trova l’intruso».

«ALPONE GOMME da oggi online»

Di pochi giorni fa è stato un altro post di denuncia, che non ha mancato di far sorridere amaramente gli utenti del gruppo: «ALPONE GOMME da oggi online. Dopo 4 anni di allestimento del nostro show room esteso in due aeree contigue lunghe circa 2 kilometri , a partire dalla Ferrovia sino al Ponte Metano, siamo lieti di annunciare che le centinaia di gomme auto/camion/trattori sono disponibili gratuitamente ai richiedenti. Noi qui pubblicheremo le foto dei singoli pezzi che potete ammirare di persona nei luoghi esatti che indicheremo con coordinate GPS . Una volta da voi selezionati e scelti vi assegneremo i singoli pezzi che potrete ritirare di persona in ogni orario della giornata. Rilasceremo un attestato di proprietà e con le caratteristiche tecniche relative».

Leggi anche:  A San Bonifacio il direttore di Famiglia Cristiana parla delle comunità di oggi

La denuncia del Comitato Sambo chiama Sambo

Anche il Comitato Sambo chiama Sambo ha voluto denunciare con tanto di fotografie altri episodi di inquinamento urbano che si sono verificati in varie zone del comune, sottolineando l’insostenibilità di tale situazione e la gravità di tale problema: «Buonasera a tutti; i contenitori adatti per la raccolta differenziata porta-a-porta di vetro e umido si trovano presso l’Ufficio Ecologia e sono GRATUITI!! passate l’informazione a chi non ne fa uso: sono ancora in troppi!!!!!! e ancora in troppi non vogliono imparare le regole, dimostrando la loro ostinata inciviltà».

 

Di seguito alcune delle foto di denuncia comparse sul gruppo facebook «Succede a San Bonifacio»: