Job&Orienta, lo stand della polizia di Stato. I visitatori hanno avuto l’opportunità di esplorare una vera e propria scena del crimine appositamente allestita e di farsi rilevare le impronte digitali.

 L’edizione 2018

Nell’ambito della XXVIII edizione di Job&Orienta 2018, il più grande Salone dedicato a Scuola, Formazione e Lavoro, che si è tenuto dal 29 novembre a oggi, sabato 1° dicembre, in Fiera, la Questura di Verona, anche quest’anno, in perfetta sintonia con le sue Specialità, ha offerto ai giovani l’occasione di conoscere da vicino le molteplici attività che gli agenti della Polizia di Stato ogni giorno svolgono.

L’obiettivo

L’obiettivo è stato quello di informare, di consentire agli studenti interessati di orientarsi, rimanendo fedeli alle proprie aspirazioni, tra le innumerevoli possibilità offerte dal mondo del lavoro. Centinaia i ragazzi che, in queste tre giornate, per curiosità o reale interesse, si sono avvicinati all’area dedicata alla Polizia di Stato dove agenti della Polizia Scientifica, della Squadra Nautica, della Polizia Ferroviaria, Artificieri e operatori della Polizia Postale, affiancati da personale della Questura di Verona, hanno mostrato ai giovani il filo conduttore che unisce tutti i settori operativi nel territorio veronese.

Leggi anche:  Meriti e onori a Bardolino

Job&Orienta, lo stand della polizia di Stato. I visitatori hanno avuto l’opportunità di esplorare una vera e propria scena del crimine appositamente allestita e di farsi rilevare le impronte digitali.

Le opportunità offerte

I visitatori hanno avuto l’opportunità di esplorare una vera e propria scena del crimine appositamente allestita e di farsi rilevare le impronte digitali. Durante queste giornate fieristiche gli Agenti della Polizia Stradale, Postale e Ferroviaria si sono alternati in una serie di focus nei quali, grazie anche ad appositi filmati,  hanno spiegato ai giovani visitatori le caratteristiche delle attività di loro specifica competenza. Grazie alla varietà di mezzi e personale presente, gli studenti hanno avuto modo di farsi un’idea chiara e particolareggiata del lavoro svolto dalla Polizia di Stato, aggiungendo così al loro panorama un’importante e concreta opportunità di crescita professionale.