La fotografia di Manuela Bailo sarà in tutti gli uffici Uil. Così la 35enne di Nave, brutalmente assassinata da Fabrizio Pasini, non sarà dimenticata.

La fotografia di Manuela Bailo sarà in tutti gli uffici Uil

Un ricordo. Un piccolo pensiero. Un piccolo gesto per dirle “Manu non sarai dimenticata”. La sua fotografia sarà infatti in tutti gli uffici della Uil, non solo nel suo di via Vantini. Tanta è invece la rabbia dei sindacalisti nei confronti dell’ex collega Fabrizio Pasini.

La vicenda

Una storia tremenda, con un epilogo ancor peggiore. Tutto è iniziato a fine luglio, quando la giovane è scomparsa da Nave. Manuela Bailo, dopo 23 giorni di ricerche, è stata trovata morta in un cascinale di Azzanello. La 35enne di Nave è morta per mano del suo amante e collega, il 48enne ospitalettese Fabrizio Pasini. Dopo averla uccisa nella casa dei suoi genitori, in via Allende a Ospitaletto, l’uomo ha occultato il cadavere nelle campagne del cremonese ed è poi partito per la Sardegna. Solo al ritorno, una volta incastrato, ha ammesso la sua colpa agli inquirenti, ma sono ancora molti i pezzi mancanti del puzzle.

Donna scomparsa: Manuela Bailo è sparita da sabato

Trovata morta Manuela Bailo scomparsa a Brescia: l’ha uccisa l’ex amante

Ultimo video di Manuela Bailo viva, poi l’assassino se ne va tranquillo