Le donne nascono fertili o inutili silurato l’assessore. Il sindaco di Castiglione delle Stiviere ha ritirato le deleghe a Manlio Paganella dopo le frasi sessiste.

Le donne nascono fertili o inutili silurato l’assessore

Epilogo della vicenda che ha visto protagonista l’assessore alla cultura di Castiglione Manlio Paganella. Il sindaco Volpi ha revocato le deleghe dopo i fatti dello scorso 7 marzo quando, in consiglio comunale, Paganella ha pronunciato frasi sessiste. Ne dà notizia il Giornale di Mantova.

“Limiti invalicabili”

“Ci sono limiti che ritengo invalicabili, per mia cultura e per mio modo di intendere la politica, limiti che ho visto superati nel Consiglio comunale del 7 marzo scorso da parte del Prof. Manlio Paganella, Assessore alla Cultura, così come li ho visti più volte superati in questi mesi da settori dell’opposizione, con pubbliche dichiarazioni, come quelle che paragonavano il nostro Comune alla Danzica teatro dell’assassinio del Sindaco della città polacca o che hanno cercato di infangare l’azione della nostra Amministrazione accusandola di scatenare ‘la caccia al povero’  o simili corbellerie”.

Leggi anche:  Camera di Commercio 2 milioni di contributi per le imprese veronesi

“Chi sbaglia paga”

“A differenza dell’opposizione, dove tutto è lecito, da parte loro ovviamente, da noi chi sbaglia paga: per questo, oggi, ho provveduto a revocare al Prof. Paganella le deleghe che gli erano state assegnate, , deleghe che assumo in prima persona. Mi aspetto che anche l’opposizione eserciti pari rigore con chi, tra le sue fila, alimenta un clima di scontro e insulto che nulla ha a che vedere con la corretta dialettica democratica”.