Mercatini di Natale Verona 2018. Sabato l’inaugurazione ufficiale mostrerà le tante novità previste per questa nuova edizione che durerà più di un mese.

L’appuntamento per il taglio del nastro

Inaugurazione ufficiale, sabato prossimo 17 novembre, per i Mercatini di Natale che animeranno Verona fino al 26 dicembre. L’appuntamento per il taglio del nastro della manifestazione è, a mezzogiorno, all’ingresso di piazza dei Signori. Molte le novità di questa 11ª edizione dei Mercatini che si “allargheranno” oltre piazza dei Signori e cortile Mercato Vecchio per abbracciare le vicine piazza Indipendenza e piazza Viviani e coinvolgere, come l’anno scorso, lungadige San Giorgio dove, oltre alle casette in legno, sarà allestita la giostra “Albero della felicità”.

Nuove zone

Inoltre, i mercatini illumineranno per la prima volta anche ponte Pietra, il ponte Scaligero di Castelvecchio, con le bancarelle dell’artigianato, e piazza San Zeno.   E se in lungadige San Giorgio sono previsti oltre cento eventi, piazza San Zeno ospiterà la pista per il pattinaggio sul ghiaccio, mentre nella Galleria Giustizia Vecchia dell’Ater sarà esposta la mostra di presepi realizzati con materiale riciclato. Sulla pista di ghiaccio, non sarà solo possibile pattinare, ma anche assistere a spettacoli in un ricco calendario di esibizioni gratuite.

Torre Lamberti

Agec per questa 11ª edizione propone eventi sulla Torre dei Lamberti e sulla funicolare. Non si potranno solo vedere le bancarelle dall’alto, ma anche partecipare a happy hour con cioccolata calda, vin brulé, pandoro, degustazioni di dolci e mandorlato in varie serate.

Un mercatino diffuso

“Il progetto di fare dei mercatini un evento diffuso – sottolinea il sindaco Federico Sboarina – è una precisa volontà di questa amministrazione. La nostra idea è quella di replicare il successo di questa manifestazione in varie zone di Verona, coinvolgendole nelle iniziative e, allo stesso tempo, decongestionando le piazze e le vie del centro. Si tratta di una scommessa non semplice, ma assolutamente vincente che ha l’obiettivo di accrescere le presenze a Verona nel periodo natalizio. Abbiamo cominciato coinvolgendo lungadige San Giorgio, quest’anno proseguiamo con piazza San Zeno, ponte Pietra e il ponte Scaligero. Per il futuro, il progetto è quello di integrare ancora di più i mercatini con gli altri eventi realizzati in città, ad esempio le mostre o le visite alle chiese in modo da garantire un’offerta veramente trasversale”.

Leggi anche:  Mobility Day a Verona: divieti, viabilità, orari e iniziative

L’obiettivo è coinvolgere tutta la città

“Non ci accontentiamo di aver portato pista di pattinaggio e bancarelle di Natale a San Zeno – conferma l’assessore alle Attività economiche Francesca Toffali – ma continueremo in questa nostra sfida che coinvolge l’intera città. Ci siamo presi l’impegno di dare una regia unica a tutti gli eventi natalizi per migliorare sia la qualità della manifestazione che per rendere accessibili al meglio tutti gli eventi”.   “Grazie ai risultati ottenuti l’anno scorso – ha detto Luciano Corsi, presidente del Comitato per Verona – siamo già stati indicati come il primo mercatino d’Italia per presenze e il quarto a livello europeo. Il nostro obiettivo è fare meglio e il progetto di creare mercatini diffusi in città è sicuramente vincente”.

Parcheggi e viabilità

Per quanto riguarda la viabilità, nei fine settimana, i visitatori potranno utilizzare il parcheggio P3 della fiera, con ingresso da viale del Lavoro, pagando 5 euro per lasciare l’auto, 15 per il camper, durante tutto il giorno. I collegamenti con il centro sono garantiti da servizio di bus navetta ogni 10 minuti. Sarà possibile usufruire di questa opportunità sabato 17 e domenica 18 novembre e il successivo fino settimana 24 e 25 di novembre. E poi nei giorni 1 e 2 dicembre, nel fine settimana dell’8 e 9, il 15, 16 e 17, e nei giorni 22, 23, 24 dicembre. Sempre per i giorni di sabato e domenica, l’amministrazione ha chiesto all’Azienda Ospedaliera di poter utilizzare, come nei giorni della festa del patrono, il parcheggio dell’ex caserma Riva di Villasanta, nei pressi della basilica di San Zeno. La Polizia municipale sarà presente con pattuglie in borghese e in divisa nelle vie del centro. Nel caso di grande afflusso, in via Mazzini scatterà il senso unico pedonale che sarà riproposto in senso contrario in via Stella. Così come sarà chiuso l’accesso alle piazze del centro quando le presenze supereranno il limiti previsti di sicurezza.