Pinuccio ripresenta in tono scanzonato il disastro del Mercatone Uno. Presentata la norma del decreto legge Crescita che salverà i lavoratori.

Mercatone Uno: come si polverizza un’azienda da 280 milioni di euro

Alessio Giannone, in arte Pinuccio, prorompente inviato di Striscia la Notizia, dà una rilettura con tono scanzonato della brutta faccenda riguardante il Mercatone Uno. Nel veronese, a San Pietro di Legnago il Mercatone Uno dava lavoro a 37 dipendenti.

Chi è Alessio Giannone, “Pinuccio”

Pinuccio, dopo aver conseguito la laurea in legge, intensifica la sua attività di regista. Scrive programmi per alcune emittenti televisive pugliesi e scopre la satira sul Web. Nel 2010 gira il documentario “Favorite”, storie di ebrei nel Salento, presentato al Salone Internazionale del Libro di Torino e pubblicato sul sito del “Corriere della Sera”. Nel 2011 vince il concorso Progetto Memoria, indetto dall’Apulia Film Commission, con la sceneggiatura di “Binari”, ispirata alla storia dell’editore Vito Laterza. Nel 2012 realizza il cortometraggio “La Sala”, che partecipa alla sezione Nuovi Orizzonti della 69a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Dal 2015 è inviato del programma Striscia la Notizia.

Disastro Mercatone Uno

La disastrosa gestione dei commissari governativi, la cessione a Shernon, l’annuncio del fallimento con 1800 dipendenti senza lavoro, fornitori non pagati e acquirenti che non hanno ricevuto la merce. In un video postato su Facebook “Pinuccio” spiega in 5 minuti come si distrugge un gruppo che valeva 280 milioni di euro.

 

LEGGI ANCHE: Frontale tra due auto

 

Le promesse del ministro Luigi Di Maio

“La storia di Mercatone Uno è scandalosa: 1800 lavoratori lasciati in strada da un giorno all’altro. Sono andati al lavoro e hanno letteralmente trovato chiuse le serrande dei punti vendita di tutta Italia. Ci sono centinaia di fornitori non pagati e circa 10.000 dipendenti che lavorano per quei fornitori. Ho preso l’impegno di seguire personalmente la vicenda. Il Fondo apposito per le vittime di mancati pagamenti – scrive Di Maio nella sua pagina Facebook– verrà esteso anche ai fornitori di Mercatone Uno, nel caso in cui l’azienda venisse imputata di bancarotta fraudolenta. Non dimentico, ovviamente, i 1800 dipendenti che dalla settimana scorsa sono rimasti senza lavoro. Per loro sbloccherò subito la cassa integrazione, non appena il Tribunale autorizzerà la procedura di amministrazione straordinaria. È chiaro che la cassa integrazione non dura in eterno e che è necessario trovare un investitore per Mercatone Uno che possa avviare la cosiddetta reindustrializzazione, con un solo obiettivo: dare un futuro certo a queste persone e alle loro famiglie. Non molliamo, non mollate, siamo dalla vostra parte!”.

Ecco la norma che salverà i lavoratori del Mercatone Uno

Un finanziamento agevolato che potrà raggiungere la quota massima di 500.000 euro in 10 anni. E’ questa la misura per il salvataggio di Mercatone Uno che è contenuta in un emendamento al decreto legge crescita, presentato dai relatori nelle commissioni Bilancio e Finanze della Camera.

Leggi anche:  Penne Nere dell'Ana Verona presenti al raduno di Tolmezzo

LEGGI ANCHE: Mercatone Uno Legnago: cassa integrazione per i dipendenti

Mercatone Uno: chiesto il concordato preventivo