Morta la donna scomparsa nel bosco, è mistero sulle urla.

E’ mistero sulle urla sentite nei giorni scorsi

Ad arricchire la vicenda di nonna Elisa Bersanelli, l’80enne trovata morta ieri dopo essersi persa nei boschi del monte Tesio, c’è pure un mistero sulle urla che sarebbero state sentite distintamente da una signora del luogo e da alcuni dei soccorritori durante le ricerche.

La telefonata al 112

Una signora del posto, a 24 ore dalla scomparsa di nonna Elisa, sembrerebbe aver sentito delle urla provenienti da un’altra località di Vallio Terme, Caschino. La donna avrebbe allertato il 112 dicendo di aver sentito delle grida provenire dai boschi circostanti.

Una testimonianza confermata dai soccorritori

Per qualche ora le urla sarebbero state avvertite anche da alcuni soccorritori ma l’eco avrebbe impedito di individuarne con precisione la provenienza. Su questo aspetto però c’è il massimo riserbo da parte di chi ha coordinato le ricerche. Che le urla fossero di nonna Elisa potrà confermarlo solo l’autopsia, se verrà disposta dalle autorità.