Punta alla solidarietà per i coltivatori veneti colpiti dalla recente alluvione, l’edizione 2018 del Natale in Arsenale.

Quest’anno anche il Villaggio Coldiretti

Quest’anno infatti, l’iniziativa della 2ª Circoscrizione, tra gli eventi in programma nei week end dall’8 al 23 dicembre, propone anche il Villaggio della Coldiretti. Circa 40 stand di prodotti enogastronomici di aziende agricole venete, in particolare bellunesi e vicentine, che hanno subito danni nell’alluvione del mese scorso. L’acquisto dei loro prodotti sarà un aiuto concreto per l’economia agricola del territorio. La parentesi benefica è solo uno dei tanti aspetti che caratterizzano la rassegna natalizia. All’interno degli spazi dell’ex Arsenale, sarà allestito il tradizionale mercatino dell’artigianato e i bambini potranno giocare con la ludoteca.

Ospite d’eccezione il Coro dell’Antoniano

Ospite d’eccezione, quest’anno sarà il Coro dell’Antoniano, che allieterà i presenti sabato 8 dicembre alle18.30. In programma anche intrattenimenti musicali, momenti culturali, il concerto di Natale dei bambini delle scuole Aportiane Rosalia Serenelli, l’attesa di Santa Lucia, lo spazio dedicato alla Croce Rossa Italiana.

Leggi anche:  Fake news, un convegno con i giornalisti a Verona

Il programma

Il programma è stato presentato oggi dalla presidente della 2ª Circoscrizione Elisa Dalle Pezze, insieme alla vice presidente Patrizia De Nardi e alla coordinatrice della commissione cultura Caterina Bortolaso. Presenti anche il presidente di Coldiretti Verona Giuseppe Ruffini con Franca Castellani, e Claudio Zambelli per il Coro dell’Antoniano.

 

“Certi della generosità dei veronesi”

“Una manifestazione che è cresciuta negli anni – ha detto Dalle Pezze – , che quest’anno si arricchisce di appuntamenti culturali e momenti ludici per coinvolgere il maggior numero di famiglie e cittadini. Con grande orgoglio ospitiamo il Coro dell’Antoniano, ma anche il villaggio della Coldiretti, certa che ancora una volta i cittadini veronesi sapranno dimostrare la loro generosità”.