I peluches sono un grande classico dei regali di Natale e, anche quest’anno, faranno felici moltissimi bambini. E poi bambole, giochi per la prima infanzia, libri per i più piccoli e per chi è più grande, giochi di società e puzzle. Il bilancio delle settima edizione di “Natale per Tutti”, la raccolta di giocattoli e oggetti per la prima infanzia realizzata da Garden Floridea e CSV (Centro di Servizio per il Volontariato di Verona), anche quest’anno è stato assolutamente sorprendente.

Oltre 1.600 giocattoli donati

Complessivamente, da sabato 1 dicembre alla vigilia di Natale, sono stati donati 1660 articoli per l’infanzia. Sono stati depositati nelle grandi ceste messe a disposizione all’interno di Garden Floridea e raccolti dai volontari del CSV di Verona che hanno già cominciato a distribuirli alle associazioni del territorio. Nello specifico, sono stati donati 710 peluches, 400 giochi e oggetti per la prima infanzia, 185 puzzle e scatole per giochi di società, 280 libri destinati soprattutto ai più piccoli, 30 automobiline, 20 bambole, una quindicina di oggetti di cancelleria. E poi piccole cucine, 8 tra bici e tricicli, 5 piste per le macchinine.

“Il nostro obiettivo è rendere felice il Natale alle persone in difficoltà”

“Il nostro obiettivo – ha detto Maurizio Piacenza, titolare di Garden Floridea – era quello di contribuire a rendere felice il Natale di tante persone in difficoltà. Per questo abbiamo coinvolto i veronesi in questa raccolta giocattoli e, ancora una volta, hanno dimostrato un grande cuore. Quasi 1700 giocattoli donati in meno di un mese è un risultato straordinario, soprattutto se si considera che sono serviti per far felici molte famiglie. Ringrazio chi, anonimamente, ha donato e chi, come il CSV si è impegnato a dare nuova vita a questi giocattoli, distribuendo il materiale raccolta a chi più ne aveva bisogno, grazie alla rete di associazioni che coordina”.

Leggi anche:  Olimpiadi invernali 2026 a Milano e Cortina, esulta anche Verona

Ben 13 associazioni veronesi hanno beneficiato dei giocattoli raccolti

Il CSV, infatti, si è impegnato nella raccolta e nella selezione dei giocattoli e degli oggetti che i veronesi hanno depositato nei cesti messi a disposizione all’interno del Garden Floridea. Ad oggi, sono già 13 le associazioni veronesi che hanno potuto beneficiare dei giocattoli raccolti. Precisamente, i giochi raccolti sono stati affidati alle associazioni Punta Ala, Congregazione cattolica, Futuro Insieme, Anteas, Punto d’Incontro, Caminori, Aido Castelnuovo, Santa Maria del Cammino, Nadia, Crescere Insieme, CSV Colognola, Cav Legnago e agli asili Le Magnolie e Le Coccinelle.

La presidente di CSV Verona: “Ringrazio tutti di cuore”

“Ringrazio di cuore tutti coloro che hanno donato, – ha detto la presidente di CSV Verona Chiara Tommasini – tutte le associazioni e gli enti che si sono messi in contatto con il CSV e che daranno nuova vita ai giocattoli, libri, al
materiale raccolto. Ringrazio, ovviamente, Garden Floridea per la straordinaria e pluriennale collaborazione a questo progetto. Negli ultimi anni, e in particolare durante questo Avvento, c’è stata una proliferazione di raccolte di giocattoli che poi vengono redistribuiti alle associazioni e agli enti non profit del territorio. La cosa ci fa molto piacere, significa che il nostro progetto dà buoni frutti ed è diventato una prassi consolidata. Per questo, rifletteremo per l’anno prossimo, assieme a Garden Floridea, come dare nuovi impulsi all’iniziativa e chissà, magari lanceremo qualche altra idea innovativa che farà strada”.