Negli orti per anziani di San Felice Extra, 6 nuovi alberi. Sboarina: “Simboli di scambio generazionale. Qui l’olivo che ho comprato alla nascita di Jacopo”.

Un regalo e una promessa

Sono 6 i nuovi alberi piantumati in settimana nell’area degli orti per anziani di San Felice extra. Un bel regalo, oltre che una promessa mantenuta. Lo ricorda il sindaco Federico Sboarina, presente alla consegna: “nel pieno dell’estate vi avevamo assicurato che nel periodo migliore per la messa a dimora avremmo piantato degli alberi per avere l’ombra nei mesi più caldi”. Pala alla mano e “olio di gomito”. Il sindaco ha collaborato alla piantumazione, perché oltre a 3 gelsi e 2 tigli, ha trovato dimora un albero speciale: un olivo con un bigliettino tra i rami, con scritto il nome Jacopo Sboarina. “Visto che come Amministrazione abbiamo fortemente voluto far ripartire il progetto ‘Un albero per ogni nato’ – ha detto il sindaco -, ho comprato personalmente questo olivo in occasione della nascita di mio figlio. E piantarlo all’interno degli orti per anziani mi sembrava la cosa più bella. Qui dove i nostri nonni coltivano e lavorano la terra, questa pianta ricorderà loro quanto sono preziosi per i nipoti e per le loro famiglie. Un simbolo dello scambio generazionale”.

Negli orti per anziani di San Felice Extra, 6 nuovi alberi. Sboarina: "Simboli di scambio generazionale. Qui l'olivo che ho comprato alla nascita di Jacopo”.Ad aiutare il primo cittadino, con il badile in mano, anche gli assessori ai Giardini Marco Padovani e all’Ambiente Ilaria Segala, il consigliere comunale Marco Zandomeneghi e la presidente della sesta Circoscrizione Rita Andriani.

Leggi anche:  Rischio incendio, Conforama richiama gli Hoverboard

Azioni

Sono tre le azioni del Comune per incrementare il verde. Ci sono i nuovi fondi del settore Giardini per la piantumazione di alberi già cresciuti, sia in sostituzione di quelli malati sia per aumentare la dotazione in tutti i quartieri, soprattutto quelli meno forniti. Inoltre, il settore Ambiente è impegnato nella riforestazione urbana, mettendo a dimora esemplari giovani. Infine è stata ripresa l’iniziativa “Un albero per ogni nato”.

Investimenti “green”

“Negli ultimi mesi abbiamo già messo a dimora oltre 500 alberi – spiega Padovani -, scegliendo, tra le diverse specie, le piante autoctone del nostro territorio. Varietà, come i gelsi, che purtroppo non si vedono più frequentemente, ma che fino a qualche decennio fa erano molto diffuse in tutta Verona. Inoltre la giunta ha stanziato recentemente una somma di 250 mila euro, che saranno usati per la messa a dimora di numerose nuove piante”.

Riforestazione urbana

“Non solo piantumazioni ma anche una vera e propria riforestazione urbana – ha concluso Segala -. Vogliamo, infatti, far crescere il verde cittadino e sensibilizzare bambini e famiglie alla cura dell’ambiente. Per questo l’Amministrazione ha fatto ripartire il progetto ‘Un albero per ogni nato’, che in 10 anni ha portato alla piantumazione di oltre 20 mila piante, e ha dato impulso a iniziative affini, come la piantumazione di 200 esemplari nelle scuole in occasione della Giornata dell’Albero”.