Olimpiadi Milano – Cortina, si prevedono 22mila posti di lavoro in più. Gli studi finora circolati dicono che i benefici saranno superiori alle spese.

Olimpiadi invernali 2026: 22mila posti di lavoro in più VIDEO

Le olimpiadi non devono essere un lusso. E’ questo l’imperativo che s’è dato ormai già da qualche anno il Comitato Olimpico internazionale: la raccomandazione indirizzata a chi vuole organizzare i giochi, infatti, è quella di contenere i costi e fare in modo che gli eventi sportivi siano anche un’opportunità di crescita economica. Così varrà anche per le Olimpiadi invernali 2026 Milano Cortina: tra l’altro si prevedono anche 22mila posti di lavoro in più.


Olimpiadi invernali 2026 Milano Cortina

Per questo l’organizzazione fondata da Pierre de Coubertin si è impegnata a dare più denaro a chi ospita gli eventi e per i giochi invernali del 2026 coprirà con per un quarto i costi (stimati in un miliardo e mezzo) sostenuti dai promotori di Milano e Cortina.

Se l’intera manifestazione sarà un affare per l’Italia (e Lombardia e veneto in particolare) solo il tempo lo dirà. E’ complicato fare previsioni per manifestazioni con tante variabili come queste, un bilancio si può fare solo a distanza di anni: eppure, come ci dice uno studio dell’università di Oxford, le passate edizioni delle Olimpiadi dimostrano che quasi sempre i giochi finiscono per costare più di quanto previsto!

Leggi anche:  Il 3° Stormo ospita un'importante conferenza internazionale

LEGGI ANCHE: Marocchino seminudo si getta in mezzo alla strada

Prevista un’inversione di tendenza

Per quanto riguarda Milano e Cortina, tenendo conto dell’impatto del turismo, dell’occupazione e delle entrate fiscali, gli studi finora circolati ci dicono che i benefici saranno superiori alle spese.

L’università Bocconi parla di ricadute economiche di 2,8 miliardi di euro con 22mila occupati in più dal momento dell’assegnazione dei giochi fino al 2026 ed entrate fiscali aggiuntive per 300 milioni.

C’è poi l’analisi dell’università La Sapienza di Roma: tra il 2020 e il 2028 prevista una crescita del Pil pari a 2,3 miliardi.

Le Olimpiadi, secondo l’ateneo romano, dovrebbero puoi creare in media 5500 posti di lavoro l’anno, con un picco (scontato) nel 2026. E 600 milioni arriverebbero dal maggior gettito tributario.

Per quanto riguarda i costi, il totale stimato si aggira sugli 1,6 miliardi: un quarto sarebbe a carico dello Stato (per garantire la sicurezza), mentre si calcola in 346 milioni la spesa per gli impianti.

LEGGI ANCHE: Olimpiadi Milano – Cortina: una vittoria italiana