Olimpiadi invernali Milano-Cortina protagoniste del diario Diversamente Veneto.

Presentato il diario “Diversamente Veneto” 2.0

Non un evento unico, ma una serie di colpi di scena hanno accompagnato la presentazione ufficiale della seconda edizione del Diario Diversamente Veneto, il diario scolastico che già lo scorso anno aveva fatto innamorare del Veneto i bambini della scuola primaria, con le fiabe dedicate a Regina Venezia, Mago Belluno, Super Treviso, Wonder-Vicenza, Fata Verona, Rovigo, il principe difeso dai due giganti e Padova la principessa saggia. Quest’anno la presentazione ufficiale si è tenuta il 30 luglio, sempre nella sede del Consiglio Regionale, a Palazzo Ferro Fini, alla presenza del Presidente del Consiglio Regionale, Roberto Ciambetti, del Governatore del Veneto Luca Zaia, dei presidenti delle province di Padova e Verona, rispettivamente Fabio Bui e Manuel Scalzotto, dell’assessore alla Coesione sociale, Simone Venturini, in rappresentanza della Città Metropolitana di Venezia, dei sindaci dei Comuni e dei partner che hanno aderito al progetto, oltre che di Mario Baldo titolare dell’azienda produttrice dei diari, 100 per cento made in Italy.

Un prodotto ancora più completo e strutturato

“Jesusleny Gomes, dopo il successo della prima edizione del suo diario scolastico, quest’anno è riuscita a confezionare un prodotto ancor più strutturato e completo, con il coinvolgimento di tutti i comuni veneti, molti dei quali hanno aderito a questa iniziativa che racconta ai più piccoli la storia, le tradizioni e i prodotti, anche gastronomici, della nostra terra. Jesusleny è una veneta d’adozione, si definisce ‘diversamente veneta’, ma è soprattutto un’imprenditrice di successo che con coraggio e passione, tra dicembre 2017 e aprile 2018, ha percorso a piedi tutti i comuni del Veneto, promuovendo le nostre eccellenze, anche quelle magari meno note ai più. Abbiamo concesso al diario di Jesusleny il Patrocinio del Consiglio regionale del Veneto perché riteniamo originale ed efficace il suo modo di raccontare e di promuovere tra i bambini delle scuole gli aspetti positivi del nostro territorio. Diverse e tutte avvincenti le fiabe inserite all’interno del diario, ma mi ha particolarmente colpito quella dedicata a Cortina – Milano 2026, “Jesus e il sogno delle olimpiadi invernali”, in quanto parla di un nostro grande successo, prima agognato e poi trasformato in realtà” ha esordito il Presidente del Consiglio Regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, accogliendo i presenti. “Ringrazio Jesusleny Gomes perché con il suo diario ci ha dato una lezione. Si chiamerà anche “Diversamente Veneto” il suo diario, ma contiene un amore per la nostra terra, una capacità di comprensione dei nostri paesi, uno spirito di cogliere l’essenza delle nostre tradizioni che potremmo chiamarlo: Più veneto di tanti veneti”. Con queste parole riservate all’autrice di origine brasiliana, il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, ha accolto la notizia che la genialità e la fantasia della Gomes abbinate alla conoscenza della nostra Regione proseguiranno anche nell’anno scolastico 2019-2020 con un’edizione speciale del diario “Diversamente Veneto”, tutta dedicata al coinvolgimento dei giovanissimi nell’attesa delle Olimpiadi Invernali del 2026.

Decine di sindaci hanno partecipato alla presentazione del nuovo diario

Un diario nato sulla scorta del lungo viaggio compiuto per il Veneto

“L’idea” ha spiegato Jesusleny Gomes “è nata dalla curiosità di mio figlio Antony, dopo la mia camminata durata quattro mesi che mi ha visto attraversare a piedi e da sola tutti i 574 Comuni del Veneto, da dicembre 2017 ad aprile 2018. Voleva che gli raccontassi la mia esperienza e io l’ho fatto trasformando il tutto come se fosse una fiaba ambientata nel Magico Mondo del Veneto. Visto il successo di questo mio racconto, ho deciso di mettere la mia esperienza a disposizione di tutti bambini del Veneto. Da qui è nata la prima edizione. Nella seconda, che presentiamo oggi e che ha ottenuto, per il secondo anno, il patrocinio del Consiglio Regionale del Veneto e il supporto di Automobile Club d’Italia, sono stati coinvolti tutti i Comuni del Veneto ai quali abbiamo proposto di promuoversi all’interno del diario con una fiaba pensata su misura per loro da uno staff di copywriter specializzati in fiabe per bambini, al solo costo delle copie del diario richieste per i bambini della scuola primaria del loro territorio”. Alcuni Comuni hanno aderito con entusiasmo al progetto, facendosi loro per primi promotori dell’iniziativa che consente loro, da un lato di regalare il diario scolastico alle famiglie del loro territorio, dall’altro di promuoversi in tutto il Veneto, grazie alla creazione di un personaggio magico che racconta le caratteristiche e le origini del paese. Ogni fiaba è accompagnata da un’illustrazione che rende il diario interessante anche per i più piccoli, stimolando la loro curiosità. “La seconda novità” ha continuato Jesusleny Gomes “è l’aver personalizzato completamente il diario che, anche quest’anno, è al 100% made in Italy. Così ogni pagina riporta un personaggio delle province con, a fianco, uno dei monumenti più esemplificativi” ha continuato Jesusleny Gomes. “Si tratta inoltre di una SPECIAL EDITION dedicata all’importante traguardo della candidatura “Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026”, comprensiva di una fiaba magica dedicata all’evento, di una speciale introduzione per spiegare ai più piccoli la grande importanza che assumerà questa manifestazione per tutto il Veneto, oltre all’ambientazione del banchetto finale che si terrà, non a caso, proprio all’Arena di Verona, luogo che accoglierà anche la conclusione dei giochi olimpici”. “Ho parlato di banchetto” ha sottolineato Jesusleny Gomes “perché ogni fiaba, oltre a presentare il comune o la provincia, presenta anche un suo prodotto tipico. Alla fine tutti i protagonisti del diario si ritrovano appunto in Arena per fare una grande festa con i prodotti tipici… Ed è quello che succederà a noi al termine della conferenza stampa. Il buffet è stato allestito dai singoli Comuni che hanno portato in Consiglio Regionale i loro prodotti tipici perché fossero a disposizione dei presenti”.

Leggi anche:  Natale 2019, i prezzi dei prodotti tipici aumentano del +4,3%

Questo primo colpo di scena è stato accompagnato dall’annuncio della proiezione del teaser-trailer del cartone animato nato dalla prima edizione del diario e intitolato “Le avventure di Jesus”. È stato proiettato l’incontro tra la protagonista e la Regina Venezia, la cui voce è quella della regista e fotografa Gloria Aura Bortolini. Un’idea che punta a raggiungere i bambini della scuola dell’infanzia per ispirare anche in loro la curiosità e la voglia di scoprire il Veneto. Nel dettaglio, la seconda edizione del Diario Diversamente Veneto vede la presenza, oltre che delle province venete con i loro 7 guardiani, anche dei Comuni con i loro custodi: Bardolino, Bonavigo, Brenzone, Calvene, Gazzo Veronese, Isola Rizza, Malcesine, Pianezze, Sanguinetto e Unione Montana Alto Astico. Nell’edizione n. 2 si potrà conoscere, ad esempio, la vicenda del celebre poeta tedesco Goethe e della sua visita a Malcesine e a Bardolino; approfondire la nascita di un prodotto tipico come quello della ciliegia Sandra di Pianezze come pure l’importanza di unirsi e crescere assieme come nella fiaba ispirata alla nascita dell’Unione Montana Alto Astico, in provincia di Vicenza. Sono presenti, inoltre, due associazioni:Nel Segno di Anna, attiva nella difesa e nella tutela del diritto dei bambini all’espressione, soprattutto dei minori in contesti famigliari di conflitti, separazioni e lutti, e dell’Associazione di Calcio Due Monti, impegnata nel promuovere i valori dell’amicizia e dell’unione al di là dei confini tra i più piccoli. Nel diario c’è anche una fiaba dedicata a Funivia Malcesine-Monte Baldo che si è fatta promotrice del diario per il Comune di Malcesine. Spazio anche a un po’ di educazione civica con la presentazione dei compiti del Consiglio e della Giunta regionale, per avvicinare i bambini all’importanza della gestione della “cosa pubblica”. Il Diario Diversamente Veneto ospiterà anche una breve riflessione in merito alla tempesta che ha colpito le montagne venete nell’ottobre 2018, come non mancherà la partnership con il Dino da Sandrà che, mese per mese, racconterà i più celebri proverbi veneti. Sarà stampato “grazie al lavoro di una azienda veneta DOC, con alle spalle una storia ormai sessantennale” come ha raccontato il titolare, Mario Baldo, “che produce, tra altri prodotti, diari e quaderni, e che ha aderito con convinzione a questo bel progetto editoriale”.

La conferenza stampa si è chiusa con gli interventi da parte del presidente della Provincia di Verona, Manuel Scalzotto, che ha sottolineato come: “Questo progetto possiede un afflato culturale, rappresenta una straordinaria opportunità per raccontare e promuovere il nostro territorio”; del presidente della Provincia di Padova, Fabio Bui, per il quale “il diario racconta un percorso a piedi attraverso i 574 comuni veneti, per ciascuno dei quali viene raccontata ai ragazzi una particolarità, una positività. Quando la tendenza è quella di mettere in luce solo le negatività, questo progetto invece va in contro tendenza, parla e dà risalto alle bellezze, alle positività, che sono molte, della nostra terra, e le porta a conoscenza dei più piccoli, sui quali dobbiamo investire perché saranno i cittadini del futuro. Giusto promuovere il Veneto positivo, fatto di comuni virtuosi, di comunità coese, di associazioni attive sul territorio, di cittadini che sanno lavorare sodo e fare rete. Volentieri mi farò parte attiva per promuovere il diario di Jesusleny tra i comuni e le scuole della provincia, per diffondere l’immagine positiva del nostro Veneto. D’altra parte, le province sono enti aggregatori delle Municipalità” dell’assessore alla Coesione Sociale Simone Venturini in rappresentanza della Città Metropolitana di Venezia che ha sottolineato come “il progetto mira alla riscoperta del nostro meraviglioso territorio, che tutto il mondo ci invidia”. A seguire, i presenti sono stati accolti dal ricco buffet organizzato dai singoli Comuni che hanno aderito al progetto e che hanno messo così in mostra i loro prodotti tipici: dall’olio di Brenzone, alla carbonera di Malcesine, passando per i rofioi di Sanguinetto, i crostini con crema di capretto di Calvene, i formaggi e il pane di Isola Rizza, i salami stortini di Gazzo Veronese, i biscotti di Tonezza del Cimone, i filetti di trota con formaggi e miele di Valdastico, i peperoni e le more di Bonavigo, la soppressa di Posina, per concludere con i prelibati gelati “Gelato delle Dolomiti” e “Gelato Tiramisù” offerti dalla provincia di Belluno tramite Longarone Fiere Dolomiti. Il tutto accompagnato dall’ottimo vino Bardolino offerto dall’omonimo comune.