L’Italia vince con 47 voti. I giochi invernali tornano nel Bel Paese per la terza volta.

Olimpiadi Milano – Cortina 2026: una vittoria italiana

Le Olimpiadi invernali del 2026 si svolgeranno in Italia. L’annuncio è stato dato a Losanna dal presidente del Cio Thomas Bach dopo il voto dei membri del Comitato olimpico internazionale allo SwissTech Convention Center. La candidatura italiana di Milano-Cortina è stata preferita a quella svedese di Stoccolma-Are. L’Italia ha ricevuto 47 voti contro i 34 della Svezia. L’Italia tornerà quindi ad ospitare i Giochi invernali per la terza volta, vent’anni dopo Torino 2006 e 70 anni dopo l’edizione di Cortina 1956.

La vittoria dell’Italia

Al momento della proclamazione dalla delegazione italiana è partito il coro “Italia, Italia”. Il presidente del Coni, Giovanni Malagò ha esultato per la gioia, e ha annuciato la sua prossima candidatura al Coni:

Sono molto emozionato, è un risultato molto importante non solo per me ma per l’intera nazione. Sono davvero orgoglioso di questa squadra che abbiamo creato tutti insieme senza differenze di colore politico. Ho aspettato oggi per dirlo, ma ora posso confermare che mi ricandido alla presidenza del Coni. Se avessimo perso sarebbe stato giusto che qualcuno mi sostituisse. Ma abbiamo fatto un lavoro formidabile e questa vittoria la dedico al Comitato olimpico italiano”.

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che in mattinata era intervenuto davanti ai membri del Cio, ha appreso della vittoria italiana appena arrivato all’aeroporto di Ginevra prima di decollare e si è abbracciato con la sua delegazione. Su twitter ha poi scritto:

“Siamo orgogliosi di questo grande Risultato! ha vinto l’italia: un intero paese che ha lavorato unito e compatto con l’ambizione di realizzare e offrire al mondo un evento sportivo ‘memorabilè #olimpiadi2026, #milanocortina”.

Sulla vittoria di Milano-Cortina, le parole di Thomas Bach:

“Per questa vittoria ha pesato oltre l’80% di consenso popolare, a fronte del 55% della Svezia. E’ un grande giorno per il movimento olimpico e gli sport invernali. Ha vinto un paese con grande esperienza, tradizione e passione. E’ la vittoria del sistema sportivo italiano, che ha sempre supportato il movimento olimpico con grande passione”.

Leggi anche:  Nicolò Arduini, un veronese alla corte di Maria De Filippi

LEGGI ANCHE: Olimpiadi a Milano e Cortina, esulta anche Verona

Cortina 1956

I VII Giochi olimpici invernali si sono svolti a Cortina d’Ampezzo dal 26 gennaio al 5 febbraio 1956. Furono la prima manifestazione olimpica tenutasi in una città italiana. La cerimonia di apertura si tenne alla presenza del Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi e della madrina Sophia Loren e per la prima volta fu ripresa dalle telecamere della RAI, in servizio da solamente due anni. Le prime Olimpiadi Invernali teletrasmesse prevedevano, nelle specialità sportive, le novità della staffetta femminile di fondo e la 30 chilometri maschile. Il braciere fu acceso dal tedoforo d’eccezione, il campione di sci alpino azzurro Zeno Colò dopo aver fatto scendere con sé dalla pista da gara delle Tofane la fiaccola, partita giorni prima da Roma. L’Italia chiuderà le Olimpiadi con un bottino piuttosto magro, con le uniche soddisfazioni nel bob a due con l’oro della coppia Lamberto Dalla Costa e Giacomo Conti. Sempre nel bob arriveranno i due argenti del cortinese Eugenio Monti in coppia con Renzo Alverà.

Torino 2006

I XX Giochi olimpici invernali si sono tenuti a Torino dal 10 al 26 febbraio 2006. Le gare si sono svolte sia a Torino sia in altre otto località del Piemonte. La cerimonia di apertura, il 10 febbraio ’06, fu celebrata all’ex Stadio Comunale “Vittorio Pozzo”, ristrutturato e ribattezzato, per la XX edizione dei Giochi olimpici invernali, Stadio Olimpico di Torino. Condotto da Piero Chiambretti, è stato l’evento televisivo più seguito nel mondo durante tutto l’anno solare, ed ha visto la partecipazione di celebrità femminili quali Sophia Loren, Susan Sarandon ed Isabel Allende, durante l’ingresso della bandiera olimpica per la prima volta portata solo da donne. L’Italia portò a casa undici medaglie.

LEGGI ANCHE: Olimpiadi, cerimonia finale a Verona