Ospedale Malcesine tavolo permanente. Assessore regionale: “Parlarsi è più utile che bloccare le strade”.

Coletto in azione

“Il modo migliore per affrontare e possibilmente risolvere i problemi è parlarsi, non bloccare le strade. Per questo ho  deciso di istituire un Tavolo Permanente di confronto e monitoraggio che valuti le varie attività avviate o in corso di avvio per un confronto leale e costante sul futuro dell’ospedale di Malcesine”. Lo annuncia l’Assessore alla Sanità della Regione del Veneto Luca Coletto, a fronte delle polemiche accese dall’Associazione Disabili Motori rispetto alla situazione attuale e allo stato degli interventi programmati.

Il tavolo permanente

Il Tavolo, che sarà composto in pochi giorni e s’insedierà alla presenza dell’assessore regionale, dovrebbe comprendere rappresentanti dell’Ulss 9 Scaligera, sanitari dell’ospedale, un esponente del Comune di Malcesine e i rappresentanti dell’Associazione dei pazienti Aidm.

Riqualificazione in tempi e modi possibili

“Partiamo dal presupposto, che confermo fin d‘ora – aggiunge l’Assessore – che la riabilitazione a Malcesine non subirà alcuna modifica rispetto a quanto programmato. Si va avanti nella riqualificazione, con i tempi e le modalità possibili, sia rispetto all’acquisizione di nuovo personale, già garantita dall’Ulss, sia alla disponibilità dei fondi per gli interventi strutturali”.

Leggi anche:  A Federica Pellegrini il premio “Leone del Veneto”

Non si vuole il ridimensionamento

“Non c’è oggi, né c’è mai stata in passato – conclude – nessuna volontà di ridimensionamento. Solo la necessità di dare risposte alle esigenze dei pazienti che siano compatibili con il buon senso e una strutturazione e organizzazione razionale dei servizi, anche in un’ottica territoriale”.