Palazzetto Le Grazie tra un mese e mezzo la posa del tetto.

Palazzetto Le Grazie prosegue il cantiere

Procedono con il piede sull’acceleratore i lavori per la realizzazione del nuovo palazzetto dello sport in via delle Grazie. A due mesi dalla posa della prima pietra, le impalcature lasciano intravedere l’opera muraria, giunta ormai al secondo piano. E i tecnici confermano che tra un mese e mezzo sarà posato il tetto in legno lamellare. Questa mattina l’assessore all’Edilizia sportiva Filippo Rando si è recato in sopralluogo per verificare lo stato dei lavori che, come da cronoprogramma, prevedono entro il 2020 la consegna al quartiere di Borgo Roma del nuovo impianto polivalente. Un palazzetto che sarà dotato di palestre, spogliatoi, sala riunioni, campi esterni, un ristorante e soprattutto privo di barriere architettoniche.

Una nuova palestra

Nello specifico troveranno spazio una palestra da mille metri quadri che potrà essere utilizzata per la pallacanestro, il volley, il calcetto e tante altre discipline sportive. L’impianto, la cui realizzazione ha un costo di 4 milioni e 270 mila euro, sarà dotato di altre due sale più piccole e di una zona spogliatoi. Una tribuna della capienza di 300 spettatori consentirà al palazzetto di poter essere utilizzato sia per manifestazioni sportive sia per spettacoli, concerti e iniziative pubbliche. All’esterno, invece, saranno realizzati due campi da beach volley, un ristorante e un parcheggio di circa mille e 200 metri quadri. È prevista, inoltre, la piantumazione di alberi ed arbusti lungo tutto il perimetro. L’impianto sarà antisismico, privo di barriere architettoniche, per consentire l’accesso e l’utilizzo da parte di tutti, e con impianto termico per il risparmio energetico. Sarà, inoltre, realizzato anche un impianto fotovoltaico per la produzione di energia da fonte rinnovabile.

Leggi anche:  Università di Verona e ADOA, firmato un accordo storico

Attenzione costante

“Seguiamo i lavori passo dopo passo – ha detto Rando -, proprio perché si tratta di un cantiere importante che porterà alla realizzazione di una struttura di eccellenza di cui beneficerà non solo lo sport veronese ma anche il territorio scaligero. Questo impianto polivalente, infatti, potrà essere utilizzato per la pratica di diverse discipline ma anche per concerti e manifestazioni”.